Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Laura-Boldrini-La-mia-condanna-degli-stupri-e-ovviamente-incondizionata-4b1fb037-fcaa-4c61-97a8-82bf1df4642f.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Le polemiche dopo la violenza di Rimini

Laura Boldrini: "La mia condanna degli stupri è ovviamente incondizionata"

Laura Boldrini su Repubblica.it reagisce con forza a chi l'accusa di essere rimasta in silenzio di fronte agli stupri di Rimini

Condividi
"Trovo agghiacciante il livello del dibattito di questi giorni". Laura Boldrini su Repubblica.it reagisce con forza a chi l'accusa di essere rimasta in silenzio di fronte agli stupri di Rimini. "Sono polemiche deprecabili, di chi mira solo ad avvelenare il clima. La mia condanna è ovviamente incondizionata. Chi dubita del mio impegno in questo ambito è sicuramente in malafede e con intento strumentale".  Quanto al leghista che aveva evocato uno stupro ai suoi danni, Boldrini dice: "Un episodio ripugnante.Stanno toccando il fondo. Un'affermazione oscena. Mi è sembrato il minimo rimuoverlo dal suo incarico"

La presidente della Camera attacca la responsabilità dei leader politici nella diffusione dell'odio, commentando due episodi ai suoi danni: una frase di Beppe Grillo ("che fareste con la Boldrini in macchina"), e la decisione di Salvini di portare su un palco una bambola gonfiabile a lei somigliante. "Se semini odio questo è il risultato. Ho deciso che denunciare fosse doveroso, a tutela mia e dell'istituzione che rappresento. Ho ricevuto tantissima solidarietà: sette milioni di visualizzazioni per il mio post, oltre 40 mila commenti. Gente che mi dice: 'Presidente vada avanti, siamo con lei. Io - prosegue - faccio una battaglia anche per chi non ha voce e si trova a subire violenza da parte di una minoranza che vorrebbe impossessarsi del web. La mia denuncia pubblica ha dimostrato che la maggioranza silenziosa al momento giusto prende posizione. Il silenzio divide e isola, le parole uniscono e rafforzano i legami fra le persone".
Condividi