Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Le-banche-salgono-aspettando-la-bce-Per-Huawei-altri-90-giorni-senza-divieti-40571638-af14-4128-bec5-1909cfe0b4c3.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Le banche salgono aspettando la BCE. Per Huawei altri 90 giorni senza divieti

Condividi
di Fabrizio Patti E' stata una giornata buona per Piazza Affari, che ha chiuso con un progresso dell'1,93%. Sopra il +1% anche le altre borse europee, con l'indice Eurostoxx 50 che ha segnato +1,21%. La migliore piazza Atene, +4 e mezzo dopo l'annuncio di una riforma fiscale da parte del nuovo ministro delle finanze, Christos Staikouras. 
A Wall Street il Nasdaq sta guadagnando l'1,57%, il Dow Jones l'1,15%.  Sono molti i fattori che possono spiegare quest'andamento. Tra questi le parole di domenica del consigliere economico di Donald Trump, Larry Kudlow, secondo cui gli Stati Uniti e la Cina stanno attivamente cercando di riportare i negoziati sulla buona strada. E la decisione dell'amministrazione Usa di rinviare di altri 90 giorni il divieto per Huawei di acquistare prodotti dalle aziende americane. 
A Piazza Affari oggi sono andati bene i titoli industriali, con Cnh Industrial la migliore, +5,58%, dopo le anticipazioni sul prossimo piano industriale. Seguono con progressi di oltre il 3% Tenaris, Atlantia e Prysmian. 
Bene anche i bancari, saliti in media del 2 e mezzo per cento. Tra i motivi di questa crescita ci sono le attese di interventi espansivi della Bce già nella riunione del 12 settembre. 
Attese aumentate dai dati sull'inflazione: +1% a luglio, contro il +1,3% di giugno. E poi dall'allarme lanciato dalla Bundesbank, che oggi ha detto che è possibile che anche il Pil anche nel terzo trimestre potrebbe essere negativo. Segnali a cui la Germania potrebbe reagire con un piano di stimoli. Il ministro delle Finanze, Olaf Scholz, ha detto che il governo è in grado di mettere assieme un intervento da 50 miliardi di euro, se necessario. 
Condividi