Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Lettera-minatoria-in-greco-antico-ad-assessore-nel-barese-b51b4298-6c02-4347-bf43-6099e7e817cf.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Bari

Lettera minatoria in greco antico ad assessore nel barese

 Nella missiva si cita l''Agamennone' di Eschilo, indagano i carabinieri

Condividi
Sul foglio era riportato un passo della tragedia di Agamennone di Eschilo, con riferimento preciso a Paride, figura della mitologia greca di cui il figlio dell'assessore porta il nome. Proprio questo particolare ha indotto l'esponente politico a consegnare immediatamente la lettera ai carabinieri, che hanno avviato le indagini a partire da una perizia grafologica. Busto, che svolge la professione di archeologo, esclude che le minacce possano riguardare la sua vita professionale o privata e ipotizza che siano collegabili a una serie di denunce fatte negli anni, che hanno consentito di smascherare imprenditori che avevano cercato di corromperlo per ottenere favore nell'assegnazione di appalti milionari del Comune di Acquaviva.

La lettera di minacce scritta in greco antico è stata recapitata all'assessore ai Lavori pubblici di Acquaviva delle Fonti, Austacio Busto, che, con le sue denunce, fece scoppiare la cosiddetta "tangentopoli della Murgia", che meno di un anno fa fece finire agli arresti undici persone per corruzione.

La missiva in busta bianca è stata recapitata al Comune, indirizzata direttamente a Busto ed era scritta a mano. Busto, insieme al sindaco Davide Carlucci, si ricandida alle prossime elezioni comunali.
Condividi