Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Libia-il-premier-Al-Serraj-a-colloquio-con-Conte-a-Palazzo-Chigi-b595a86c-9e19-40a7-9266-72fc33a4f58c.html | rainews/live/ | true
MONDO

Palazzo Chigi

Libia, colloquio di Al Serraj con Conte. Il premier: confido di incontrare presto Haftar

Prima tappa del mini-tour diplomatico delle capitali europee del capo del governo libico di unità nazionale, che ha chiesto a Conte di premere sui Paesi esitanti per "fermare l'aggressione" di Haftar

Condividi
Il leader del governo di unità nazionale libico, Fayez al Serraj, ha avuto a Palazzo Chigi un colloquio con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Il colloquio è durato circa un'ora e mezza. Al termine non sono state rilasciate dichiarazioni.

Quella di oggi a Roma è la prima tappa del mini-tour diplomatico delle capitali europee del capo del governo libico di unità nazionale. 

Serraj è poi volato a Berlino dalla cancelliera tedesca, Angela Merkel, mentre domani si recherà a Parigi dal presidente francese, Emmanuel Macron. Tra le tappe previste, anche una a Londra. L'obiettivo è "raccogliere sostegno contro l'aggressione" del generale Khalifa Haftar, che all'inizio di aprile ha lanciato un'offensiva contro Tripoli, finita in un'impasse. 

Conte a Serraj: dialogo e stop spirale violenza
Nell'incontro con Fayez al Serraj, il premier Giuseppe Conte ha "ribadito il forte impegno del governo italiano per rivitalizzare un processo politico efficace e sostenibile". Lo si legge in una nota di Palazzo Chigi. Conte ha "confermato la necessità di evitare ulteriori spirali di violenza per poter avviare un confronto tra le parti sotto l'egida dell'Onu e con il coeso supporto della comunità internazionale, a beneficio del popolo libico, della stabilità del Paese e dell'intera regione".

Serraj a Conte: più sforzi sui Paesi esitanti per fermare l'aggressione
Fayez al Serraj "si è appellato agli amici italiani affinché compiano maggiori sforzi, visto il peso internazionale e il posizionamento dell'Italia, per produrre un cambiamento positivo negli atteggiamenti esitanti di alcuni Stati europei e della regione in modo da far cessare immediatamente questa aggressione" portata dalle forze del generale Khalifa Haftar a Tripoli: lo riferisce la pagina Facebook dell'Ufficio stampa di Serraj.

Conte: confido di incontrare presto Haftar
"Confido di incontrare presto il generale Haftar. In tutti i miei colloqui sto continuando a insistere che l'opzione militare non porta ad alcuna soluzione stabile". Lo ha detto il premier Conte, al termine della esercitazione militare con finalità di protezione civile a Pratica di Mare. "Oggi ho incontrato ilPresidente Al Sarraj. Non ci sono grossi movimenti sul territorio. La situazione l'abbiamo inquadrata, come Italia e come governo, da subito bocciando l'opzione militare. C'è una situazione di stallo ma lo scenario è critico e può evolvere in modo ancora più critico da un momento all'altro", ha aggiunto Conte.
Condividi