Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Liguria-coronavirus-cento-persone-in-isolamento-in-due-alberghi-di-Alassio-dopo-il-caso-di-coronavirus-03c7d180-422c-45b0-892c-f3641da0f35e.html | rainews/live/ | true
SALUTE

Liguria

Cento persone in isolamento in due alberghi di Alassio dopo il caso di coronavirus

Un'ordinanza sindacale ha ordinato agli attuali ospiti dell'hotel "Al Mare" e dell'hotel "Bel Sit" di via Boselli, ai loro proprietari, nonché ai loro dipendenti, dove è stata ospite la signora di 72 anni affetta da coronavirus, di rimanere in isolamento obbligatorio presso la stessa struttura

Condividi
​Primo caso di positività al Coronavirus in Liguria. Il caso si è verificato a Alassio, in provincia di Savona.

Un'ordinanza sindacale ha ordinato agli attuali ospiti dell'albergo di Alassio hotel "Al Mare" e hotel "Bel Sit" di via Boselli, ai loro proprietari, nonché ai loro dipendenti, dove è stata ospite la signora di 72 anni affetta da coronavirus, di rimanere in isolamento obbligatorio presso la stessa struttura.

Un centinaio di persone isolate
Sono nel complesso un centinaio le persone isolate nei due alberghi. Si tratta di circa 80 clienti, una quindicina di dipendenti e due titolari. Tutti sono stati inviati a stare separati e a dormire da soli nelle camere. Nel tardo pomeriggio la Protezione Civile ha preso in mano la gestione della emergenza che nelle ore precedenti era stata gestita dal personale degli alberghi.

La misura si è resa necessaria dopo la notifica emessa e il ricovero della paziente al Policlinico San Martino di Genova per il primo caso di cononavirus registrato in Liguria. L'ordinanza del Comune di Alassio è stata preventivamente condivisa dall'assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone e da ALISA che stanno accompagnando tutta la struttura comunale nella gestione dell'emergenza.

Oltre a questa ordinanza è in corso una fase di screening di tutti coloro i quali hanno soggiornato a vario titolo negli ultimi 14 giorni per la loro individuazione e successiva quarantena obbligatoria nelle loro abitazioni.
Condividi