Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Lo-spread-affonda-le-banche-wall-street-sale-e-aspetta-il-taglio-dei-tassi-1a1a0073-e3e6-420f-bfe0-6f1c69f467d2.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Lo spread affonda le banche. Wall Street sale e aspetta il taglio dei tassi

Condividi
di Fabrizio Patti Milano gira al ribasso, -1,59%, dopo un'apertura positiva. Le altre borse europee sono in lieve rialzo: due decimi di crescita per Francoforte, Parigi e Londra, mentre l’indice Eurostoxx 50 segna +0,09%.

L’inizio in Europa era stato più brillante, sulla scia delle borse asiatiche (Tokyo la migliore, +2%). A spingerle le parole del presidente della Fed di New York, John Williams, secondo il quale non si può aspettare il disastro economico per intervenire con misure di stimolo. Frase che rafforza le aspettative sul taglio dei tassi da parte della Fed a fine mese: la vera domanda è ora se il taglio sarà di un quarto o di mezzo punto. Reazione decisamente positiva anche da Wall Street: +0,30% per Dow Jones e S&P 500, +0,40% per il Nasdaq, l’indice dei titoli tecnologici.
 
Il rosso di Milano è condizionato dall'aumento dello spread, dopo un mese di ribassi. Pesano le tensioni politiche nella maggioranza delle ultime ore. Ora il differenziale Btp/Bund è a 195 punti base, 9 in più di ieri. 
 
Sono penalizzate le banche, il cui indice di riferimento scende del 2,62%.
 
Tra gli istituti di credito, scendono quelli principali, Intesa Sanpaolo (-2,22%) e Unicredit (3,14%), maggiori perdite per Ubi e Banco Bpm, vicine a una discesa del 5%. A Piazza Affari miglior titolo è StMicroelectronics (+2,10%), che beneficia degli ottimi conti di Microsoft, comunicati nella notte.
 
Oggi scende l'oro dopo i rialzi di ieri: è a 1.437 dollari all'oncia, +0,67%.
Condividi