Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/M5S-Di-Maio-rimpasto-dopo-le-europee-Il-problema-non-si-pone-d3af5797-8547-48c4-b065-35d318f9252a.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Governo

M5S, Di Maio: rimpasto dopo le europee? "Il problema non si pone"

Il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ha presentato la "fase due" del governo del cambiamento

Condividi
"Proporremo il superamento del patto di stabilità per gli investimenti produttivi e la spesa sociale. Non abbiamo proposte shock che fanno saltare i conti, chiediamo solo alla Ue di imparare dai propri errori". Così Luigi Di Maio, lanciando la 'fase 2' del governo.

"Sono pronto a lavorare altri 4 anni al governo, ma chi chiede il voto domenica deve dire se chiede un voto per l'Europa o per far cadere Giuseppe Conte", ha detto Luigi Di Maio, riferendosi alla Lega. 

"Rimpasto governo dopo europee? Non mi risulta che le elezioni europee cambino la composizione del parlamento italiano, il problema non si pone". Lo ha detto il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico.

Poi un monito all'alleato di governo: "Nessuno si illuda che dopo il 26 maggio il Movimento 5 stelle stia zitto, come sul caso dell'Autonomia che spacca in due l'Italia, o il fucile in braccio il giorno di Pasqua". "Il tema è che negli ultimi mesi i rapporti" con la Lega "sono più tesi ma il vero problema per la Lega è stato il caso Siri, con la Lega che si è innervosita, oggi addirittura ho letto che io guido le procure, quindi oltre che nervosi sono anche paranoici".

Il superamento del patto di stabilità
"Noi proponiamo e proporremo in Europa, anche attraverso il nostro commissario e in parlamento, il superamento del patto di stabilità per gli investimenti produttivi e sul sociale sociale. Questo ci consentirà di fare un patto per la crescita sostenibile con l'europa" per liberare poi risorse, svincolate dal tetto deficit/pil, "per ridurre il cuneo fiscale e i costi del lavoro", ha argomentato il vicepremier

"Su dl sicurezza dubbi su costituzionalità"
Sul decreto sicurezza "io so che ci sono interlocuzioni tra Palazzo Chigi e il Quirinale per eliminare alcuni dubbi di costituzionalità e finché non saranno eliminati questi dubbi di incostituzionalità è inutile parlarne in Consiglio dei ministri. Ma spero se ne parli il prima possibile", ha detto il vice premier Luigi Di Maio.

Decreto famiglia ok anche dopo europee
"Il decreto Famiglia non è tema elettorale, per me si può approvare anche dopo domenica", ovvero dopo le elezioni europee, "ma si deve approvare perché" la questione aiuti alle famiglie e denatalità "è un'emergenza", ha detto Luigi Di maio, rispondendo alle domande dei giornalisti dopo la presentazione della Fase 2 del governo del cambiamento.
Condividi