Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/MOtpGP-Catalogna-Marquez-Lorenzo-Honda-d1bddfb4-255a-435c-813d-75b0f826790d.html | rainews/live/ | true
SPORT

Una maxi caduta al secondo giro condiziona il Gran Premio

Motomondiale, GP Catalogna: Marquez vince davanti a Qartararo e Petrucci

Quarta vittoria in sette gare per Marc Marquez. Successo in scioltezza per lo spagnolo della Honda che sfrutta il grande errore del connazionale e compagno di squadra Jorge Lorenzo che al 2° giro entra con troppa foga alla curva 10 stendendo Andrea Dovizioso con la Ducati e coinvolgendo nella caduta anche le Yamaha di Maverick Vinales e Valentino Rossi. Nella classifica del mondiale Marquez è sempre più leader con 140 punti, 37 in più di Dovizioso

Condividi
Nel Gp di Catalogna vittoria in surplace per Marc Marquez che sfrutta il rocambolesco inizio di gara arrivando in carrozza sul gradino più alto del podio davanti alla Yamaha Petronas di Quartararo e alla Ducati di Petrucci. 

Temperature alte in pista. Dopo l’errore a fine qualifiche e l’incomprensione con Quartararo, Vinales è stato retrocesso e parte dalla sesta casella. La griglia vede Quartararo in pole poi Marquez, Morbidelli seguito da Rossi e Dovizioso. La partenza di Dovi è spettacolare. Prima curva senza contatti e il ducatista prende la testa.

Al secondo giro il disastro: Marquez si porta in testa, Lorenzo è precipitoso apre troppo in prossimità della curva 9  per cercare il terzo posto, perde il controllo e fa strike coinvolgendo nella caduta Dovizioso, Vinales e Valentino. Marquez se ne va in tranquillità. Spettacolo rovinato.

L’interesse della gara si sposta sul trio degli inseguitori Petrucci, Rins e Quartararo che si danno battaglia. Nel secondo settore Rins sembra averne più di Petrucci , ma fatica a trovare lo spiraglio giusto. Quartararo paga le minori prestazioni della sua Yamaha Petronas e viene braccato da Miller e Mir. Al giro 14  Rins entra di prepotenza su  Petrucci che però rimane in piedi davanti a Quartararo. Rins ha spazio e cerca di sfruttare al  massimo la sua Suzuki, ma pretende troppo e al  18° alla curva 1  tira una staccata ma non riesce a chiudere, rischia di cadere poi riesce a tenersi in piedi, finendo in settima posizione. Quartararo supera Petrucci mentre in precedenza c’era stata la caduta anche per Franco Morbidelli.

Il francese è protagonista di una splendida gara e riesce a tenere a bada Petrucci. Rins risale fino al quarto posto e precede Miller e Mir. Per Marquez un punteggio da incorniciare che porta il fuoriclasse spagnolo ad avere un margine di 37 punti su Dovizioso. 
Condividi