Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Maltempo-arrivato-il-ciclone-Elettra-c8e38eaa-e9de-47ac-ab09-67b0dc034dbe.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Nella notte ha colpito il nordest

Maltempo, è arrivato il ciclone Elettra: temporali e nubifragi al centrosud

Dal Nordest si estende ora sulle regioni centrali e meridionali. Crollo termico di quasi 10 gradi. In Alto Adige, un vigile del fuoco è morto travolto da una frana

maltempo
Condividi
La sfuriata temporalesca che nella notte ha colpito il Nordest e ha portato la neve appena sopra i 1500 metri sulle Alpi orientali ora si estende sulle regioni centrali e meridionali. Crollo termico di quasi 10 gradi sulle regioni raggiunte dal ciclone “Elettra" che insisterà sull'Italia per buona parte della settimana, sempre al Centro e al Sud, e solo con un parziale coinvolgimento del Nord.
 
“Quasi inverno” in Friuli Venezia Giulia

La neve ha fatto la sua comparsa, nella notte, sui rilievi del Friuli Venezia Giulia intorno ai 2.000 metri, un effetto "quasi-invernale" della perturbazione che ha portato pioggia e vento su tutta la regione. Neve sul monte Lussari, a 1.789 metri, con una temperatura di 2 gradi alle ore 8.00, sullo Zoncolan e sulle alture sopra Barcis (Pordenone).
 
Alto Adige, vigile del fuoco muore travolto da una frana
Alexander Mayr, 39 anni, capo dei vigili del fuoco volontari di Campodazzo, un paesino alle porte di Bolzano, è morto la notte scorsa mentre era al lavoro su una serie di frane causate dal maltempo che si sono abbattute sulla statale del Brennero. Mentre con i suoi colleghi stava valutando la situazione, una frana lo ha travolto, trascinandolo nel torrente Isarco. E' stato recuperato più a valle, ma nonostante i tentativi di rianimazione, è deceduto. Mayr lascia la moglie e tre figli.
 
Disagi sulle strade in Alto Adige
Disagi sulle strade dopo le frane causate dal temporale che si è abbattuto sull’Alto Adige la notte scorsa. La statale del Brennero è chiusa nella zona di Campodazzo, dove il comandante dei pompieri volontari è morto. Chiusa anche la strada provinciale per Tires. La provinciale Prato Isarco - Fie' è chiusa per la caduta di una frana, come anche provinciale da Collalbo a Vanga di Sotto sull'altipiano del Renon.

Forte tramontana a Genova, volo dirottato su Torino
A Genova per le forti raffiche di tramontana è stato necessario dirottare un volo della Lufthansa in arrivo da Monaco. Il velivolo è atterrato a Torino e i passeggeri sono stati portati a Genova in autobus. Disagi si registrano anche in porto dove le operazioni di scarico e carico sono rallentate sia a Genova sia al Vte di Voltri e sulle autostrade. Decine gli interventi dei vigili del fuoco per rimuovere alberi, rami, cartello divelti dal vento e per mettere in sicurezza tetti pericolanti. I problemi maggiori si registrano nel ponente e sulle alture cittadine.
 
Bomba d’acqua nel teramano. Stato di allerta per le prossime 24/36 ore
Bomba d'acqua in mattinata nel Teramano. Sul territorio vige lo stato d'allerta per le prossime 24/36 ore. Finora non si registrano danni né disagi. I problemi maggiori si sono avuti per alberi sradicati e rami caduti sulle strade. Le piogge non sono state così abbondanti da far temere per un innalzamento del livello dei fiumi.

Neve sul Gran Sasso. A Pescara 15 gradi
Neve "estiva" con 20 cm in quota sul Gran Sasso, imbiancata intorno ai 2.200 metri, e temperature a picco sulla costa abruzzese con Pescara dove ieri le spiagge erano piene. Oggi il termometro è sceso a 15 gradi con pioggia battente fin dalla mattina.

Roma, cade grosso albero in strada. Forti raffiche di vento in zona Tiburtina
Sono diversi gli alberi caduti in varie zone di Roma a causa del maltempo, causando disagi alla circolazione. Forti raffiche di vento in zona Tiburtina. Danni al mercato rionale, con la maggior parte della merce - spazzata via dal vento - ormai inutilizzabile. A Civitavecchia una tromba d'aria ha spaventato i residenti che l'hanno avvistata in mare.

Slavina di fango in Irpinia, famiglie bloccate in casa
Un torrente è esondato a causa delle piogge abbonanti in Irpinia, in località Alta di Solofra, e una slavina di fango è precipitata su alcune abitazioni bloccando le famiglie in casa. Quattro squadre di vigili del fuoco stanno provvedendo a una evacuazione che presenta criticità, tanto che è stato richiamato in servizio personale non in turno. 

Altri disagi nell'Avellinese
I nubifragi che oggi si sono abbattuti sulla Campania hanno creato disagi anche in altre località della regione, come nell'Avellinese, dove, nel comune di San Michele di Serino, è esondato il fiume Sabato. Anche il torrente "La Solofrana", sempre nell'Avellinese, ha superato gli argini invadendo le campagna. 

Esonda alveo nel Napoletano
Nel comune di Cicciano, in provincia di Napoli, personale del Genio Civile di Napoli ha allestito un sistema di contenimento per fronteggiare l'esondazione dell'alveo Quindici, le cui acque hanno invaso la zona. Sul posto sono al lavoro anche i vigili del fuoco e i volontari del sistema regionale della protezione civile. Secondo quanto informa la Protezione Civile, la situazione è sotto controllo. 

Allagamenti nel Salernitano
Allagamenti si sono verificati anche nel Salernitano, nel comune di Nocera Inferiore, a causa dell'esondazione dell'alveo Comune Nocerino (canale artificiale tributario del fiume Sarno). Anche in questo caso le acque hanno invaso la zona. La Protezione Civile regionale, intanto, ha prorogato di altre 24 ore l'allerta meteo che cessera' alle 8 di dopodomani.

Napoli, crollano calcinacci a causa del maltempo: 2 feriti
L'ondata di maltempo a Napoli ha causato un crollo di calcinacci nel centro storico con il ferimento di due persone, di cui una accompagnata all'ospedale.  I vigili del fuoco hanno effettuato circa 200 interventi, tra Napoli e provincia. Problemi hanno dovuto affrontare centinaia di pendolari della Circumvesuviana, in particolare lungo la linea ferroviaria Baiano-Nola, per binari allagati. 

Allerta meteo sulla fascia jonica della Calabria
Un'allerta meteo, a livello di preallarme per le prossime 24/36 ore, è stata diramata dal Centro operativo comunale della Protezione civile di Rossano. Si prevedono venti di burrasca dai quadranti nord occidentali, i fenomeni potranno dar luogo a mareggiate lungo tutta la costa jonica. 
Condividi