Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/Maltempo-in-Sardegna-Cagliari-nubifragi-decine-di-interventi-dispersa-una-donna-ad-Assemini-f68267db-2d96-4b40-87c5-7a3cbddba1a9.html | rainews/live/ | (none)
Rai News
ITALIA

Allerta rossa

Maltempo, notte da incubo nel Sud della Sardegna. Decine di interventi, morta una donna

Ancora allerta rossa sull'isola. Allerta rossa anche sul Ponente ligure, e gialla su alcuni bacini di Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, sui settori costieri del Lazio, sui versanti ionico e tirrenico meridionale della Calabria e su alcuni bacini della Sicilia, isole comprese

Non passa l'emergenza e anzi peggiora la situazione in Sardegna, in particolare nel Sud, dove è piovuto ininterrottamente tutta la notte, e proseguono i temporali cominciati due giorni fa. La Protezione civile regionale ha riferito che 57 persone sono state evacuate dalle proprie abitazioni a causa del maltempo. Si tratta di 49 cittadini di Uta, sei a Castiadas e due a San Vito. Bombe d'acqua e temporali anche in Ogliastra: una quindicina di persone sono rimaste fuori dalle loro abitazioni nella notte a Tertenia, nella località marina di Foxi Manna.

Difficile la situazione ad Assemini e nell'hinterland
La situazione più difficile è nell'hinterland di Cagliari. Ad Assemini  nella notte le strade sono diventate fiumi e un rifugio per animali è rimasto isolato. Intanto, aumenta il numero di strade chiuse per dissesto: oltre alla 195 Sulcitana, interessata da due crolli, non sono percorribili la provinciale 4 Sestu-San Sperate e la Sestu-Assemini, la numero 1 nel comune di Assemini, a Capoterra la comunale che dalla rotatoria sulla statale 195 porta al centro abitato, a Castiadas la provinciale 20, la 125 Orientale sarda, interessata da allagamenti e smottamenti all'altezza di Costa Rei.

A Cagliari i vigili del fuoco hanno soccorso alcune persone rimaste bloccate in auto e sui tetti dei capannoni nell'area industriale. Una donna è salita sopra il tetto della propria auto, dove ha trovato rifugio dopo essere finita nel pantano formato da acqua e fango.

Chiusa la statale 125 Orientale Sarda
Dopo la chiusura di cinque strade primarie, anche la nuova strada statale 125 Orientale Sarda bloccata per una frana dal km 42 a nord di Muravera (Cagliari). Sono circa 1500 i metri cubi di detriti che hanno occupato la carreggiata davanti a una galleria. L'Anas  all'opera con camion e ruspe per cercare di liberare la sede stradale che potrebbe nuovamente essere percorribile entro la mattina di domani. Sul posto sta operando la Polizia stradale. I veicoli sono deviati sulla vecchia statale 125.

Trovata morta la donna di cui si erano perse le tracce. Disperso un pastore
E' stata ritrovata morta dai soccorritori, la donna dispersa in Sardegna in seguito all'ondata di Maltempo che ha colpito la Regione. Lo si apprende da fonti della Protezione Civile Era a bordo di un'auto, assieme al marito e tre figlie, rimasta bloccata nella tarda serata di ieri dall'acqua che aveva invaso la strada nella località Cortexandra, tra le statali 130 e 131. I  cinque avevano abbandonato l'auto  nel disperato tentativo di mettersi in salvo. Sono stati tutti recuperati non lontano dalla loro vettura, esclusa la donna. Il corpo di Tamara Maccario, 45 anni, è stato trovato alla foce del canalone, più a valle rispetto al luogo dove è stata recuperata l'auto della sua famiglia. Il ritrovamento è stato fatto da alcune persone che hanno chiamato i soccorsi.

Vigili del fuoco e Protezione civile stanno cercando di rintracciare un pastore nella zona di Castiadas, colpita dal maltempo. Di lui non si hanno notizie da diverse ore.

Ritrovata invece, vicino a Jenna Silana nel Supramonte di Urzulei, la famiglia di cecoslovacchi, padre, madre e una bambina di 12 anni, che da ieri risultava dispersa.

Notte da incubo
La fase più critica si è registrata tra la mezzanotte e le 4 con la sala operativa della protezione civile regionale impegnata a rispondere alle decine di  chiamate di diversi sindaci che ha hanno coordinato gli interventi in loco. Capoterra, Uta e Assemimi i centri più colpiti nel Cagliaritano; San Vito, Castiadas e Villaputzu nel Sarrabus. Diversi gli interventi per soccorrere persone rimaste intrappolate, oltre alle  cinque tra le statali 130 e 131. Sempre nella notte altri due dispersi sono stati localizzati e messo in salvo ancora nella campagne di Assemini. Tutto l'apparato è mobilitato nel Sud della Sardegna dove restano chiuse la strada 195, che collega il capoluogo a importanti centri come Pula, Capoterra e Sarroch, oltre che la raffineria della Saras.  Stamane si prevedono forti disagi per le migliaia  di pendolari che saranno di fatto impossibilitati a raggiungere Cagliari

La protezione civile regionale è stata inoltre impegnata nel Sarrabus dove, a causa dall'acqua e degli smottamenti, sono stati chiusi alcuni tratti della provinciale 49 e della statale 389. Da quanto si apprende la fase  critica delle precipitazioni  si sarebbe esaurita nella notte. Resta comunque alta l'allerta con codice rosso. E' previsto che piovera', anche in modo abbondante, per l'intera giornata. 

 

Cagliari, scuole chiuse
Cagliari è stata sferzata da un forte vento, che si è unito alle piogge: fenomeni attesi e preannunciati dalla Protezione civile, ma che continuano a provocare danni e pesanti disagi alla popolazione. In diverse zone della città, dove oggi tutti gli uffici, le scuole, i parchi pubblici e i cimiteri resteranno chiusi per tutta la giornata, inclusa l'università e il Consiglio regionale, le raffiche hanno abbattuto alcuni alberi. Migliora la situazione all'aeroporto di Cagliari Elmas, dopo una giornata di disagi. Fra i primi voli della mattina non risultano cancellazioni.

Donna incinta scortata in ospedale
Ieri una donna incinta, alla quale si sono rotte le acque a Capoterra, semi-isolata a causa dei crolli sulla 195, e' stata scortata da una volante della polizia al Policlinico di Monserrato (Cagliari), dove poi ha partorito. Allerta rossa sul Ponente ligure
Ora la preoccupazione si estende al nord-ovest della penisola: in Liguria è scattata l'allerta rossa sul Ponente e arancione per tutta la regione, in particolare nelle province di Imperia e Savona, dove molte scuole resteranno chiuse, ma anche nella stessa Genova. Disposta la chiusura provvisoria al traffico di un tratto della strada statale 1 Aurelia all'altezza del km 547+8, in località Pizzo di Arenzano (Genova). Lo ha comunicato l'Anas. 

Forti piogge anche su Piemonte, Emilia Romagna e Toscana
La vasta circolazione depressionaria presente sulla penisola Iberica continua dunque ad innescare condizioni di spiccata instabilità anche sulle nostre regioni occidentali, con fenomeni temporaleschi, che risulteranno particolarmente intensi e persistenti anche su Piemonte, Liguria, Toscana. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede precipitazioni diffuse, a carattere di rovescio o temporale, sulla Liguria, specie sui settori centro-occidentali, in estensione ad Emilia-Romagna e Toscana, specie sui settori occidentali. 

Il maltempo interesserà inoltre Lazio, Calabria e Sicilia
Per la giornata di oggi è stata valutata allerta gialla su alcuni bacini di Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, sui settori costieri del Lazio, sui versanti ionico e tirrenico meridionale della Calabria e su alcuni bacini della Sicilia, isole comprese.