ECONOMIA

Legge di Bilancio

Manovra: emendamenti su fondo di risarcimento per risparmiatori banche venete

Si vuole creare un fondo per assicurare un risarcimento ai risparmiatori vittime delle banche venete. Il fondo sarà  alimentato dal sistema bancario e dal collocamento dei crediti deteriorati, i Npl. Presentati 4000 emendamenti

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Un fondo per assicurare un risarcimento ai risparmiatori vittime delle banche venete: Veneto Banche e Banca Popolare di Vicenza in liquidazione coatta amministrativa. E' quanto prevede un pacchetto di numerosi emendamenti bipartisan alla Legge di Bilancio promosso dai parlamentari veneti.

Il fondo, ha spiegato il capogruppo del Pd in Commissione Bilancio del Senato, Giorgio Santini, primo firmatario "sarebbe alimentato da fonti bancarie e da un meccanismo collegato al collocamento degli Npl" (Non performing loans, i prestiti non performanti, crediti deteriorati delle banche, ndr) e riguarderebbe anche i risparmiatori azionisti di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza.

Il meccanismo prevede, nella politica di collocazione dei crediti deteriorati, l'assegnazione di una quota. L'ammontare dei risarcimenti, ha spiegato Santini, dipenderà dalla consistenza finale del fondo.

Prosegue da parte della Commissione Bilancio del Senato l'esame della legge di Bilancio. Sono state, fin qui, presentate quasi 4000 proposte di modifica da parte dei vari gruppi parlamentari che saranno discusse la prossima settimana, dopo la fine dell'esame del decreto fiscale collegato alla manovra.  

Tra le modifiche da apportare alla legge di bilancio un intervento è stato ribadito dal viceministro Enrico Morando sul superticket sanitario per cittadini in difficoltà nella fruizione delle prestazioni sanitarie anche nelle regioni virtuose. Si pensa poi, a tasse più elevate per finanziare, con circa 600 milioni, l'acquisto dei farmaci oncologici innovativi e per le reti delle cure palliative pediatriche.  
Sul fronte pensioni si pensa ad una proroga a fine 2019 dell'APE sociale (l'anticipo pensionistico attuale si chiuderà al 31.12.2018, ndr).  Si parla di un pacchetto di bonus a favore della famiglia e in particolare del ritorno del bonus bebè

Sempre in piedi è anche l'emendamento che prevede l'introduzione della web tax. Atteso anche l'emendamento al Decreto fiscale collegato alla manovra che dovrebbe attenuare le sanzioni per le violazioni della normativa sul Golden Power.   
Condividi