Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Manovra-Juncker-Nessun-pregiudizio-su-Italia-non-daremo-altra-flessibilita-4deae6d0-f473-42b3-a7ac-3a619d11a3eb.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Bruxelles

Juncker: "Nessun pregiudizio sull'Italia, non daremo altra flessibilità"

Roma ha potuto "spendere 30 miliardi in tre anni proprio grazie alla flessibilità: dunque siamo stati molto gentili, molto positivi con l'Italia, perché l'Italia è l'Italia"

Condividi

"Abbiamo affrontato brevemente le questione dei bilanci degli Stati, il premier italiano Conte ha presentato la situazione italiana con 'verve', non abbiamo reagito perché la Commissione sta esaminando il progetto, ma vorrei dire che non abbiamo pregiudizi negativi sull'Italia, che esamineremo il bilancio con lo stesso rigore e la stessa flessibilità che usiamo per i bilanci di tutti gli altri Paesi". Così il presidente della Commissione Jean Claude Juncker alla conferenza stampa a conclusione del Consiglio europeo.

Juncker ha confermato che diversi capi di Stato e di governo vedrebbero negativamente l'accettazione del progetto di bilancio italiano così com'è da parte della Commissione europea. L'altro giorno aveva indicato che si rischierebbero reazioni 'virulente'.

"L'Italia è il paese che più ha beneficiato della flessibilità"
Juncker ha quindi ribadito che l'Italia è il Paese che più ha beneficiato della flessibilità da lui stesso  introdotta nell'interpretazione del patto di stabilità, anche se l'esecutivo Ue è stato abbondantemente criticato da diversi Stati per 'essere stato troppo generoso con l'Italia'. Inoltre, ha ricordato che l'Italia ha potuto "spendere 30 miliardi in tre anni proprio grazie alla flessibilità: dunque siamo stati molto gentili, molto pisitivi con l'Italia, perché l'Italia è l'Italia". 

Condividi