Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Manovra-Tria-speriamo-di-non-andare-in-recessione-servono-decisioni-politiche-4cfc2668-d21f-4afe-b26f-a7b2ce95076f.html | rainews/live/ | (none)
ECONOMIA

Il ministro riferisce stasera in commissione

Manovra, Tria: speriamo di non andare in recessione, servono decisioni politiche

Il ministro dell'Economia a margine dell'Ecofin a Bruxelles: vogliamo fare una manovra che ostacoli il rallentamento dell'economia. Si tratta di andare incontro alle esigenze e alle richieste della Commissione europea per poter evitare la procedura conciliando le priorità e le riforme del governo che vanno preservate 

Condividi
"Preferirei che l'economia non andasse in recessione. Speriamo di non andare in recessione e quindi di fare una manovra che ostacoli questo rallentamento dell'economia". Lo dice a Bruxelles il ministro dell'Economia, Giovanni Tria a margine dell'Ecofin.

"Quando si è in condizioni più complicate o in recessione questo pone dei punti a favore del fatto che bisogna sostenere l'economia, ma certo crea altri problemi per quanto riguarda i conti pubblici", spiega Tria. 

Ora è il momento delle decisioni politiche
"E' normale che il dialogo vada avanti se vogliamo raggiungere qualche risultato, ora sono necessari atti concreti che devono essere valutati politicamente, stiamo valutando le soluzioni che sono varie, è necessario prendere le decisioni politiche", dice il ministro dell'Economia. E aggiunge: "Si tratta di andare incontro alle esigenze e alle richieste della Commissione europea per poter evitare la procedura conciliando le priorità e le riforme del governo che vanno preservate con l'avvicinamento alle necessità secondo le regole Ue".  

Per avvio procedura tempi sono stretti 
"I tempi non sono lunghi, non è la Commissione che ce li ha dati, ma esistono dei tempi precisi. I tempi sono stretti", dice Tria riguardo all'iter di avvio della procedura nei confronti dell'Italia. 

Tria in commissione stasera dopo le 19
Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, interverrà in commissione Bilancio della Camera questa sera "tra le sette e le otto". Lo ha annunciato il presidente della commissione, Claudio Borghi, durante i lavori sulla legge di bilancio. La presenza del ministro era stata richiesta dalle opposizioni alla luce della trattativa con la Commissione europea che potrebbe portare ad una revisione dei saldi. 
Condividi