Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Mattarella-Ue-ancora-in-cammino-ma-ha-portato-liberta-5c84d3d9-6685-41f9-b8ce-a0fb93d97883.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Mattarella: "Ue ancora in cammino, ma ha portato libertà"

"Deve divenire più inclusiva e giusta, ma è la migliore idea che abbiamo mai avuto" ha detto il capo dello Stato nel corso della cerimonia per il 75° anniversario della battaglia di Montecassino, cui ha preso parte anche il presidente polacco Andrzej Duda. Il monito a non ricadere in un'Europa di prevaricazione e orrore

Condividi

"Quella che avete contribuito a costruire è un'Europa finalmente democratica e pacifica, nella quale ogni cittadino può dispiegare la propria azione con libertà. Un'Europa ancora in cammino, che non deve mai rinunciare a divenire più inclusiva e giusta, ma anche un'Europa che è e rimane - come con i capi di Stato dell'Unione abbiamo ricordato invitando i cittadini europei a partecipare al voto - "la migliore idea che abbiamo mai avuto". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso della cerimonia per il 75° anniversario della battaglia di Montecassino, cui ha preso parte anche il presidente polacco Andrzej Duda..

"Rinsaldare legame tra i nostri popoli è antidoto a nuovi conflitti"
"Coloro che qui combatterono e caddero, lo fecero per liberare l'Italia dal nazifascismo, e per rendere possibile la nascita di una nuova Europa, i cui popoli, abbattute le ultime barriere che troppo a lungo hanno diviso il nostro Continente, potessero sentirsi uniti. Come oggi possono dirsi, in un'Europa finalmente libera dal giogo della dittatura e del conflitto" ha continuato Mattarella,

"Un'Europa della libertà contrapposta all'Europa della prevaricazione e degli orrori. I tre quarti di secolo trascorsi non hanno intaccato il senso di profonda riconoscenza degli italiani per chi ha combattuto", ha aggiunto. "Un sentimento che è anche un monito per le generazioni che si susseguono, a non cadere più negli errori della guerra, a rispondere alle sfide del nostro tempo rilanciando il progetto di cooperazione europea, rinsaldando il legame fra i nostri popoli e i nostri Paesi, unico antidoto al ripetersi di conflitti fratricidi".

Mattarella al cimitero polacco di Montecassino: un onore esserci
"Voglio ringraziare il presidente Duda per le sue parole e porgere a ciascuno di voi un saluto caloroso. Al quale si unisce un sentimento particolare per i veterani presenti. E' un onore essere qui oggi in questo sacrario, tempio della memoria di tutti i popoli" ha detto il presidente intervenendo a una cerimonia al cimitero polacco di Montecassino. Mattarella ha poi sottolineato l'amicizia che lega Polonia e Italia, "un'amicizia- ha rimarcato - intrisa da contatti culturali intensi, da comuni sensibilità, da una condivisa, e spesso sofferta,aspirazione alla libertà".

Mattarella e Duda hanno poi reso omaggio alla "Croce Virtuti Militari" deponendo due corone. Durante la commemorazione è intervenuta anche Anna Maria Anders, figlia del Generale Wladyslaw Anders.

Condividi