POLITICA

XII Giornata della memoria e dell'impegno

Mattarella a Locri per la Giornata della memoria vittime della mafia

Condividi
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato accolto da un lungo applauso allo stadio comunale di Locri, dove è in corso la XXII Giornata della memoria e dell'impegno. Promossa dall'associazione Libera e Avviso Pubblico, si svolge in contemporanea in 4mila luoghi in tutta Italia. L'iniziativa è organizzata in collaborazione con Rai Responsabilità Sociale, Conferenza Episcopale Calabra, con il patrocinio del Comune di Locri e sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Piersanti Mattarella, fratello del Presidente della Repubblica Sergio, è una delle vittime di mafia il cui nome è stato letto dai familiari delle vittime innocenti di mafia nel corso dell'incontro a Locri con il Capo dello Stato. Un applauso ha accompagnato la lettura dei nomi.

"Questa Chiesa e tutte le Chiese di Calabria condividono la sofferenza dei tanti familiari delle vittime delle mafie. Sono vicine a Lei, signor Presidente, e alla sua personale sofferenza per la perdita del fratello Piersanti, vittima anch'egli dell'arroganza criminale". Lo ha detto il vescovo della Diocesi Locri-Gerace, Francesco Oliva, accogliendo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella . "L'esperienza di vita sua - ha aggiunto il vescovo Oliva - e di tutti i familiari delle vittime di mafie unitamente al modo di accogliere il dolore sono per tutti una testimonianza preziosa che ci fa guardare la vita con più determinazione, fiducia e speranza". 

 
Condividi