Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Meeting-Rimini-CL-2019-Comunione-e-Liberazione-Casellati-presidente-Senato-Papa-Francesco-Sergio-Mattarella-93c8b912-667c-4794-8333-28aa68e8f3e5.html | rainews/live/ | true
ITALIA

40esima edizione

Rimini, Meeting Cl aperto dalla presidente Casellati con al centro la famiglia

La presidente del Senato: "La politica deve sostenere la famiglia contro il calo demografico"

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Il 40esimo appuntamento annuale di Comunione e Liberazione, il Meeting per l'amicizia tra i popoli, è stato aperto da un nome d'eccellenza come quello della presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Da sempre il tradizionale Meeting di Rimini è un luogo di dibattito tra vari pensieri e dove si affrontano le tematiche che aprono la stagione politica ed economica autunnale. Ebbene Elisabetta Casellati ha deciso di affrontare un tema fondamentale per la società come quello della famiglia

"La famiglia sta vivendo oggi una stagione segnata da un vero e proprio dramma epocale: l'inverno demografico" ha detto la presidente del Senato Casellati al Meeting di Comunione e Liberazione. "Una prospettiva che impone un cambiamento culturale che sottolinei con forza il valore sociale della scelta genitoriale. Perché fare figli è un investimento a carico delle famiglie ma con effetti benefici a favore dell'intera collettività. Per questo - ha sottolineato - le istituzioni e la politica devono sostenere la famiglia con interventi di varia natura che siano strutturali e di lungo periodo. Misure economiche e fiscali, certamente, ma anche di ordine organizzativo, ovvero tese a rendere concretamente compatibile il ruolo di genitore e quello di lavoratore", ha evidenziato.

Tra gli applausi del pubblico la seconda carica dello Stato ha poi sottolineato come i nuovi "percorsi" formativi con al centro scuola e famiglia "non possono prescindere dalla necessità di garantire la piena attuazione del diritto ad avere un'istruzione equa, efficace e significativa, di cui fa parte integrante la effettiva parità scolastica, in armonia con il dettato costituzionale. Perché non c'è vera libertà senza la libertà di educare". 

Elisabetta Casellati ha anche affrontato il tema del lavoro ponendo in evidenza come il terzo settore sia un prezioso bacino per una nuova spinta e nuove idee per lo sviluppo umano: "Irrinunciabile deve essere considerata la libera iniziativa economica e imprenditoriale intesa come fonte di lavoro e di opportunità. Soprattutto, come vero motore di un sistema sussidiario. Ne discende quindi l'esigenza di una nuova concezione del lavoro e dell'impresa che sappia essere sintesi tra i valori più solidi della nostra tradizione cristiana e la spinta innovativa dei processi di cambiamento globale in atto". 

Il Meeting di Cl si svolge a Rimini dal 18 al 24 agosto dove sono attese oltre 800mila persone. Il titolo dell'edizione 2019 è 'Nacque il tuo nome da ciò che fissavi', tratto dal titolo di una poesia di Karol Wojtyla. Da qui è partito il messaggio inviato da Papa Francesco ai partecipanti. Il Pontefice spera che la manifestazione: "Sia sempre un luogo ospitale, in cui le persone possano 'fissare dei volti', facendo esperienza della propria inconfondibile identità. È il modo più bello per festeggiare questo anniversario". Il Pontefice ha esortato tutti ad una riflessione sui migranti che "non sono numeri ma individui che ogni giorno fuggono da guerre e povertà".

Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha messo in luce come il Meeting sia "una preziosa occasione di incontro, di scambio di esperienze e di crescita culturale". Per il Capo dello Stato "ripartire dalla persona è un percorso di crescita e di liberazione a cui siamo continuamente richiamati".

Nel programma del Meeting 2019 sono previste grandi aree tematiche, dedicate a sussidiarietà e lavoro, ai temi della polis e alla salute, più una nuova area internazionale in cui si presenteranno esperienze di cooperazione e sviluppo da tutto il mondo. 
Condividi