Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Meloni-alla-Lega-dopo-le-Europee-al-voto-e-nuovo-governo-72b8f7cf-80a6-4f97-8acc-b1dbeffef3e9.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Conferenza programmatica FdI

Meloni alla Lega: dopo le Europee si vada al voto e nuovo governo

La leader di Fratelli d'Italia apre la campagna elettorale: l'Italia ha bisogno di una nuova maggioranza. A Salvini: flat tax subito e per tutti, le alleanze si fanno prima del voto, non dopo

Condividi
"Dopo le elezioni europee credo che sia necessario tornare alle urne e creare una nuova maggioranza e un nuovo governo senza i Cinque Stelle, in grado di tutelare gli interessi nazionali degli italiani". Così la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, a margine della conferenza programmatica del Lingotto con cui FdI apre la sua campagna elettorale per le europee. "Io non chiedo alla Lega di staccare la spina ma faccio un ragionamento politico su come andare avanti". 

Margini per nuovo governo di centrodestra 
"Se gli italiani ci daranno una mano a crescere il prossimo 26 maggio, allora non ci saranno più i margini per l'attuale governo per stare insieme al Movimento 5 Stelle. Ci saranno i margini per un altro governo di centro destra, che sappia essere d'accordo sulle questioni fondamentali e sappia difendere gli interessi della nazione", dice la leader di Fratelli d'Italia.

A Salvini: flat tax subito e per tutti 
"Fratelli d'Italia sfida il governo e segnatamente Matteo Salvini: la flat tax bisogna farla subito e per tutti, senza scaglioni. L'unica cosa piatta fatta da questo governo è la crescita", afferma poi Giorgia Meloni. 

Alleanze prima del voto, non dopo
"A Salvini dico che errare è umano, perseverare è diabolico: le alleanze si fanno prima del voto, non dopo. E' un fatto di chiarezza", dice ancora la leader di FdI, chiudendo la Conferenza programmatica del partito al Lingotto. Quanto al Movimento Cinque Stelle, secondo Meloni è "non pervenuto". "Per loro uno vale uno, Merkel vale come i gilet gialli...". 

Alberoni: io candidato a difesa della democrazia
"Ho deciso di candidarmi con voi di Fratelli d'Italia perché ho paura per la democrazia italiana che è in pericolo e va difesa". Così, tra gli applausi, il sociologo Francesco Alberoni nel suo intervento alla Conferenza programmatica al Lingotto. 
Condividi