ITALIA

Messina, fermato un giovane con l'accusa di aver dato fuoco alla sua ex

La giovane, ricoverata al Policlinico di Messina, non è in pericolo di vita, come spiegano i sanitari. Ha ustioni di secondo e terzo grado su parte del corpo, soprattutto sulle gambe e sui fianchi. 

Condividi
E' ricoverata al Policlinico di Messina con estese ustioni una giovane di 22 anni che sarebbe stata data alle fiamme dall'ex convivente che aveva lasciato da qualche mese. L'aggressione è avvenuta ieri all'alba nel quartiere di Bordonaro, zona sud di Messina. Sembra che i due avessero avuto una convivenza che però da alcuni mesi si era interrotta. Ancora non è chiara la ricostruzione dell'aggressione. Secondo le prime ricostruzioni il giovane si sarebbe presentato all'alba a casa della giovane, ad un certo punto le avrebbe rovesciato addosso del liquido infiammabile, forse benzina, dandole fuoco. La giovane è ricoverata in una stanza sterile del Policlinico con ustioni nella parte bassa del corpo e nelle gambe. Sull'aggressione indaga la Squadra mobile di Messina che ha raccolto elementi per ricostruire i fatti e sentito diverse persone. 

Primario chirurgia,ustioni su 13% corpo
''La ragazza è sotto shock, ma le condizioni di salute sono buone. Ha ustioni di primo e secondo grado sul 13% del corpo. Le ferite sono al fianco, la caviglia e la mano destra e la coscia sinistra. Lo dice Francesco Stagno d'Alcontres, primario di Chirurgia plastica del Policlinico di Messina, dove è ricoverata Ilenia Grazia Bonavera.
Condividi