Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Meteo-dopo-i-nubifragi-e-le-grandinate-arrivano-grande-caldo-d6d4b41d-2766-485c-bba5-33caff18f613.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Meteo

Dopo i nubifragi e le grandinate arriva il caldo africano

Domani temperature massime in rialzo

Condividi

Dopo i disagi, le grandinate e i nubifragi violenti di ieri, arriva l'annunciata ondata di caldo africano attesa per la prossima settimana. Da domani l'Anticiclone africano comincerà a farsi sentire in Sardegna dove, nelle zone interne meridionali, si registreranno picchi anche superiori ai 40-42°C. Bel tempo e caldo sulla Sicilia e con temperature in  aumento anche sul resto dell'Italia dove il sole splenderà salvo qualche nuvola nel pomeriggio specie in montagna.

Le previsioni
Da oggi netto miglioramento le condizioni meteo al Nord. Secondo l'Aeronautica Militare, la pressione è nuovamente in aumento su tutta l'italia ma oggi permarranno condizioni di instabilità pomeridiana sul Nord-Est e le aree interne di Marche e Abruzzo. In particolare, sono attesi residui annuvolamenti sul Friuli Venezia Giulia in attenuazione e una graduale intensificazione delle nubi a ridosso delle aree montuose fra Lombardia e Triveneto e sulle aree appenniniche emiliane romagnole con rovesci sparsi ed isolati temporali soprattutto sulle aree alpine e prealpine ma in diradamento serale. Domani il miglioramento sarà più marcato, con ancora quale pioggia residua mentre le temperature massime saliranno in tutto il Paese, dal Nord al Sud, salvo che in Marche, Abruzzo e Campania, dove non ci saranno variazioni di rilievo. 

Ieri vicino a Torino è stato trovato il corpo di un sessantenne sorpreso dai temporali in un bosco dov'era tornato per cercare gli occhiali perduti. Mentre una escursionista - in provincia di Chieti - è stata trasportata all'ospedale di Pescara dopo essere stata travolta da alcuni massi. Pioggia e grandine a Torino. 



Per i forti temporali e grandine allarme sull'autostrada A5 Torino-Aosta per una frana in località Chiappetti a Quincinetto. I sensori installati per monitorare il movimento franoso hanno segnalato un pericoloso scivolamento a valle tanto da costringere Ativa, che gestisce quel tratto della A5, a chiudere l'autostrada in entrambe le direzioni. Sono stati chiusi 18 chilometri di A5 in entrambe le direzioni tra i caselli di Ivrea e Pont-Saint-Martin. 

Violento temporale su Milano: auto bloccate nei sottopassi, cantine allagate
Un violento temporale con grandine ieri si è abbattuto su Milano provocando qualche disagio, attenuato dallo scarso traffico del sabato mattina con le scuole chiuse.  I vigili del fuoco riferiscono di alcuni interventi richiesti nella zona di Baranzate, nell'hinterland nord del capoluogo, per alcune auto bloccate dall'acqua nei sottopassaggi. Molte in tutta la città le cantine allagate per le quali sono stati richiesti interventi ai pompieri.Intanto la pioggia continua a cadere, il cielo resta scuro e la temperatura in città si è abbassata sotto i 20 gradi, mentre ieri aveva superato i 30.



Violenta grandinata a Modena: in 30 al pronto soccorso per la grandine
Violenta grandinata a Modena. Auto danneggiate e strade ricoperte da chicchi grandi anche come noci. Stando ai primi aggiornamenti, sarebbero trenta le persone nei pronto soccorso dei due ospedali cittadini, Policlinico e Baggiovara, a seguito della violenta grandinata che ha colpito Modena e parte della provincia. Si tratterebbe di feriti lievi.



La tempesta è durata circa un quarto d'ora. I chicchi di grandine hanno colpito con tanta violenza - come hanno testimoniato alcuni abitanti - che sembravano "dei veri e propri proiettili".

Vento a 111 chilometri orari
Come spiega l'osservatorio geofisico dell'Università di Modena, la violenta grandinata è stata un vento discendente dalla nube temporalesca denominato 'downburst' che ha raggiunto i 111 chilometri orari. "Si tratta della seconda massima velocità in assoluto mai registrata presso il nostro osservatorio a un passo dal record assoluto di 112 chilometri orari del 24 luglio 2004 sempre durante un temporale".


Condividi