Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Mia-madre-il-nuovo-film-di-Nanni-Moretti-trailer-prime-immagini-0c4320ca-8b6b-4d55-82fa-dfccc9263a4b.html | rainews/live/ | (none)
SPETTACOLO

Pubblicato il primo trailer

Il nuovo film di Nanni Moretti: ecco le prime immagini di "Mia madre"

Il regista e attore torna a quattro anni di distanza da "Habemus Papam" con una storia sul lutto più difficile da accettare: la malattia e la morte della madre. La protagonista è una cineasta in crisi, interpretata da Margherita Buy

La locandina del film "Mia madre" di Nanni Moretti
Condividi
Roma “Ma perché continuo a ripetere le stesse cose da anni? Tutti pensano che io sia capace di capire quello che succede, di interpretare la realtà, ma io non capisco più niente”. Gli occhi azzurri di Margherita Buy in primissimo piano, lei che si guarda intorno spaesata mentre viene tempestata di domande durante una conferenza stampa, la sua voce fuoricampo. Sono le prime immagini di “Mia madre”, il nuovo film di Nanni Moretti, al ritorno quattro anni dopo “Habemus Papam”.

Primi indizi sulla trama 
La pellicola, la dodicesima di Moretti come regista, arriverà nelle sale il 16 aprile e per ora della trama sappiamo solo quello che appare nel primo trailer. Margherita Buy è Margherita, una regista di successo in crisi creativa. È impegnata sul set di un nuovo film, il cui attore principale è interpretato da John Turturro, e nella vita privata sembra impegnata in una relazione sul punto di chiudersi. Nanni Moretti è il fratello, che la sprona con una frase che ricorda il suo celebre “Dì una cosa di sinistra” rivolto a Massimo D’Alema. Il suo invito in questo caso è: “Fai qualcosa di nuovo, di diverso, rompi almeno un tuo schema, uno su duecento”.

La malattia della madre 
Su tutto incombe la malattia della madre Ada (Giulia Lazzarini), che dà il titolo al film e che probabilmente sarà al centro della storia: l’attesa per una scomparsa che sembra inevitabile. Prodotto da Italia (Fandango, Rai e Sacher), Francia (Le Pacte) e Germania (Film Boutique) il film sembra raccontare il lutto più difficile da accettare. Forse una deriva autobiografica, visto che la madre di Nanni Moretti, professoressa di lettere al ginnasio, è morta nel 2010. Secondo le indiscrezioni, "Mia madre" potrebbe essere in gara al prossimo Festival di Cannes.

Condividi