Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Migranti-Ocean-Viking-Malta-Paesi-Ue-d406a6fa-f6f0-4f1e-9388-610faba092d6.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La svolta dopo 14 giorni in mare

Ocean Viking, Malta dà l'ok allo sbarco. Muscat: "I migranti saranno trasferiti in altri 6 Paesi Ue"

L'accordo, ha detto il premier maltese, è stato trovato in seguito a "discussioni con la Commissione europea e un certo numero di Stati membri, soprattutto Francia e Germania"

Condividi

Trovato l'accordo sul destino dei 356 migranti a bordo della nave Ocean Viking. Lo annuncia il premier maltese Joseph Muscat su Twitter: "Malta trasferirà queste persone su navi militari maltesi in acque internazionali e le porterà a terra. Tutti i migranti saranno distribuiti in altri Paesi europei: Francia, Germania,  Irlanda, Lussemburgo, Portogallo e Romania. Nessuno resterà a Malta". L'accordo, aggiunge Muscat, è stato trovato in seguito a "discussioni con la Commissione europea e un certo numero di Stati membri, soprattutto Francia e Germania".

La Francia ne accoglierà 150
"La Francia ribadisce la propria solidarietà: 150 persone delle 356 soccorse dalla nave Ocean Viking "saranno accolte nei prossimi giorni sul nostro territorio". Lo annuncia il ministro dell'Interno francese, Christian Castaner, ringraziando "le autorità maltesi, il mio omologo Michael Farrugia con il quale sono stato in contatto costante, e Dmitris Avramopoulos", commissario Ue all'immigrazione, per l'intesa.   "Insieme - conclude Castaner - siamo riusciti a costruire una soluzione europea".

Msf: gruppo paesi Ue si è fatto avanti per soluzione. "E Malta ha offerto alla nave un porto sicuro"
Un gruppo di paesi europei - spiega Medici senza frontiere - "si è fatto avanti per offrire una soluzione più umana e Malta ha offerto alla nave un porto sicuro". Lo sbarco dovrebbe avvenire nella giornata di oggi. La nave, gestita da Msf e Sos Mediterranee - farà poi uno scalo tecnico per i rifornimenti e il cambio di equipaggio, "per ripartire quanto prima verso nuove operazioni di soccorso".

Msf "è sollevata per la soluzione, ma ribadisce che governi europei devono porre definitivamente fine a stalli prolungati e meschine negoziazioni caso per caso, per instaurare subito un meccanismo di sbarco predeterminato. Le persone che abbiamo a bordo sono fuggite da condizioni disperate e hanno subito orribili abusi in Libia. Mentre la Ocean Viking e la Open Arms erano bloccate in mare ci sono stati altri tragici naufragi. Gli Stati europei devono riconsiderare seriamente il loro ruolo in tutto questo".

Avramopoulos loda Muscat
"Positivo che una soluzione per le persone a bordo della Ocean Viking sia stata trovata e che saranno tutti ricollocati", ha scritto il commissario agli Affari interni dell'Unione Europea, Dimitris Avramopoulos su Twitter, lodando il governo maltese e il suo primo ministro Joseph Muscat per la "solidarietà e l'approccio europeo". Francia, Germania, Portogallo, Romania, Lussemburgo e Irlanda hanno accettato di accogliere i migranti a bordo. "Questi impegni devono essere onorati rapidamente", ha detto Avramopoulos.

Open Arms: nave spagnola a Lampedusa per prendere 15 migranti
La nave militare spagnola Audaz si trova all'imboccatura del porto di Lampedusa. Sull'Audaz dovrebbero salire 15 migranti, che erano sulla Open Arms, per essere portati in Spagna. La nave non ha ancora attraccato e i migranti che dovrebbero partire non sono stati portati sul molo.

Condividi