Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Milan-false-comunicazioni-sociali-indagato-a-Milano-ex-proprietario-Yonghong-Li-c3b1301d-c9be-4936-ad50-fe10e8870dbc.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

L'inchiesta

False comunicazioni sociali: indagato a Milano l'ex proprietario del Milan Yonghong Li

Yonghong Li, l'uomo di affari cinese proprietario del Milan A.C. fino a pochi giorni fa, e' indagato dalla Procura di Milano per l'ipotesi di reato di false comunicazioni sociali. Lo confermano fonti giudiziarie

Condividi
La procura di Milano ha iscritto nel registro degli indagati per falso in bilancio Yonghong Li nell'ambito dell'inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e dal pm Paolo Storari sull'operazione con la quale l'uomo d'affari cinese lo scorso anno ha rilevato il Milan dalla Fininvest per 740 milioni di euro. 

La svolta nelle indagini che ha portato all'iscrizione nel registro degli indagati per false comunicazioni sociali di Yonghong Li è arrivata  dall'acquisizione, da parte della Procura di Milano, della sentenza che ha dichiarato il fallimento di Jie Ande, la cassaforte dell'uomo di affari cinese. Su questa società pendeva una richiesta di liquidazione per bancarotta da parte della banca di Canton. A partire dall'analisi di questa sentenza, il procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e il pm Paolo Storari hanno contestato all'imprenditore cinese il reato di false comunicazioni sociali in relazione a due documenti: la nota integrativa al bilancio del 2016 di Jie Ande e un comunicato del 2018. 
Condividi