Tutte le notizie di Rai News - ultime notizie in tempo reale - home page, logo rai news Torna su
ITALIA

La polemica

Milano, sexy Belén sui cartelloni "pericolo per il traffico". Lei: "Il problema sono le buche"

I manifesti pubblicitari che ritraggono la showgirl in lingerie dovrebbero essere rimossi lunedì. È il risultato delle mobilitazione di un comitato di cittadini: alcuni hanno lamentato una presunta indecenza, altri un possibile pericolo per la sicurezza stradale dal momento che molti automobilisti correvano il rischio di essere distratti  

I maxi cartelloni che distrarrebbero gli automobilisti (Ansa)
Condividi
Milano “Sono dell’idea che chi fa queste segnalazioni dovrebbe occuparsi di altro. Perché le persone normali in questi giorni hanno altri pensieri per la testa e sono lo stipendio che non basta e le tasse da pagare: non credo di essere al centro delle loro preoccupazioni”. Parola di Belén Rodriguez, intervistata dal Corriere della Sera, sulla polemica scoppiata dopo la comparsa in Corso Buenos Aires, a Milano, dei maxi manifesti pubblicitari che ritraggono la showgirl in lingerie.
 
La mobilitazione contro i manifesti
Manifesti che dovrebbero rimanere affissi fino a lunedì, quando dovrebbero essere sostituiti con quelli, molto probabilmente più casti, della pubblicità di un profumo. È il risultato delle mobilitazione di un comitato di cittadini che nei giorni scorsi ha inviato una lettera al comandante degli agenti della Polizia locale di Zona 3 di Milano, lamentando alcuni una presunta indecenza dei maxi-cartello, altri un possibile pericolo per la sicurezza stradale dal momento  che parecchi automobilisti correvano il rischio di essere distratti dall'avvenenza della showgirl, causando quindi incidenti.
 
Possibile pericolo per la sicurezza della circolazione
Dopo un sopralluogo, gli agenti hanno informato gli uffici Pubblicità del Comune in relazione a una possibile violazione dell'articolo 23 del Codice della Strada, quello cioè che fa riferimento a cartelli che "possono ingenerare confusione con la segnaletica stradale, ovvero possono renderne difficile la comprensione o ridurne la visibilità o l'efficacia, ovvero arrecare disturbo visivo agli utenti della strada o distrarne l'attenzione con conseguente pericolo per la sicurezza della circolazione".
 
I maxi-cartelloni dovrebbero essere rimossi lunedì

I funzionari dell'Ufficio pubblicità hanno quindi contattato la società che ha affisso i maxi cartelloni con l'immagine e i responsabili avrebbero dato la disponibilità a sostituirli, senza bisogno di ingiunzioni. Del resto, di pubblicità, con il clamore suscitato dalla vicenda, ne hanno ottenuta a sufficienza.  
 
Belén: “Il pericolo di Milano sono le buche, non i cartelloni pubblicitari”
"Il pericolo di Milano sono le buche, non i cartelloni pubblicitari: il mio personal trainer si è appena spaccato la clavicola prendendone una con lo scooter” ha detto ancora Belen al Corriere della Sera. E ha aggiunto: “In quella stessa strada ci sono almeno altri due cartelloni, che pubblicizzano prodotti simili con ragazze altrettanto belle, e nessuno ha protestato. Ora, non è che voglia sempre difendere me stessa, ma ogni volta che ci sono di mezzo io succede qualcosa”. 

Intanto c’è anche chi ha espresso un certo disappunto per la prossima rimozione. Ma la Belén della discordia dovrebbe comunque sparire lunedì.
Condividi