Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Milano-stupro-dopo-droga-in-drink-tre-condanne-fino-a-12-anni-b429aa1b-e3c9-4651-8999-67f39320b458.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Milano, stuprata dopo droga in drink: tre condanne fino a 12 anni

Condividi
Si è chiuso con 3 condanne fino a 12 anni di carcere il processo milanese a carico di tre uomini, arrestati tra dicembre 2017 e gennaio 2018, per avere stuprato una ventunenne in un appartamento dopo averla stordita con la cosiddetta 'droga dello stupro' versata in un drink all'interno di un locale. Una sostanza che, si legge nel capo d'imputazione,"è di tipo psicoattiva che genera effetti sedativi, ipnotici, dissociativi e a causa l'amnesia, con la caratteristica di poter essere somministrata alla vittima, assieme a cibo o bevande, senza che questa se ne renda conto".

In particolare, i giudici della nona sezione penale  hanno condannato Marco Coazzotti e Mario Caputo a 12 anni di carcere e Guido Guarnieri a 8 anni e sei mesi riconoscendo le aggravanti della violenza di gruppo e dell'utilizzo della 'droga dello stupro'. 

"Questa è una follia - ha urlato Guarnieri - mi avete rovinato la vita". Mentre Caputo, in sedia a rotelle perché è stato colpito da un ictus nei mesi successivi dell'arresto, è scoppiato in lacrime ancora prima della lettura della sentenza. Urla e manifestazioni di rabbia anche da parte dei familiari degli imputati. Una donna ha strattonato un operatore della Rai e sono dovuti intervenire i carabinieri.  
Condividi