SPETTACOLO

Nuova tegola per il potente produttore

L'Accademia per gli Oscar espelle Harvey Weinstein

Crolla la terra sotto i piedi di Harvey Weinstein, il cofondatore di uno degli studios più importanti di Hollywood, travolto dallo scandalo di accuse di molestie sessuali rivoltegli da attrici e sue dipendenti

Condividi
Harvey Weinstein è stato espulso dall'Accademia degli Oscar in seguito allo scandalo delle molestie sessuali.

''L'Academy of Motion Pictures Arts and Sciences ha votato l'espulsione immediata'' di Weinsten, si legge in una nota, dove si precisa che l'espulsione è stata votata con una maggioranza superiore ai due terzi, richiesta dalle norme dell'Accademia. ''Non vogliamo solo separarci da qualcuno che non merita il rispetto dei suoi colleghi ma anche inviare un messaggio: l'era della deliberata ignoranza e della vergognosa complicità in un comportamento sessuale predatorio e di molestie sul lavoro nella nostra industria è finito''.

Il co-fondatore di uno degli studios più importanti di Hollywood, travolto dallo scandalo di accuse di molestie sessuali rivoltegli da attrici e sue dipendenti, . è stato espulso così come aveva chiesto il fratello Bob, con cui nel 1975 Weinstein fondò la Miramax, venduta nel 1993 a Disney e poi la "Weinstein Company" nel 2005. Società con cui ha sempre collezionato tali successi da averne fatto il re Mida di Hollywood.

Da quando il New York Times il 5 ottobre rivelo' la portata dello scandalo di attrici o sue dipendenti molestate nel corso di 30 anni di attivita', si e' aperto lo tsunami di star che - dopo aver taciuto per anni e decenni temendo la sua vendetta - lo hanno accusato di averne abusato ed anche di averle stuprate. Tra le altre, Asia Argento, Angelina Jolie, Cara Delevingne, Gwyneth Paltrow, Lea Seydoux. Per prima fu Ashley Judd.

Harwey Weinstein è stato scaricato anche dal Partito democratico, cui dal 1990 aveva donato 1,4 milioni di dollari, e da big come Barack e Michelle Obama ed i coniugi Clinton.  
Condividi