Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Mosca-cercano-di-resuscitare-Lenin-con-acqua-santa-fermati-due-attivisti-cbb93f18-62ab-43fb-bd67-96ad9f1937e9.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Accusati di "teppismo lieve"

Mosca, cercano di resuscitare Lenin con l'acqua santa: fermati due attivisti

Urlando "Alzati e vattene!", due persone assaltano il mausoleo dove si trova la salma dell'ex leader sovietico. Il video fa il giro della Rete

Condividi
Mosca

Hanno provato a far “resuscitare” Vladimir Lenin lanciando secchiate di "acqua santa" contro la porta del mausoleo del padre della Rivoluzione d'Ottobre al grido "Alzati e vattene!". È la singolare azione organizzata ieri, giorno dell'Epifania ortodossa, da due attivisti. Il video del loro assalto sta facendo il giro di Internet.

Acqua santa contro il mausoleo
Oleg Basov e Ievgheni Avilov, membri del gruppo artistico "Cavaliere azzurro", si sono presentati all’esterno del mausoleo armati di due bottiglioni da cinque litri di acqua santa appena benedetta nella cattedrale dell'icona della Madonna di Kazan, in piena piazza Rossa. Come da usanza, nel giorno in cui nel Paese si ricorda il battesimo di Gesù, le parrocchie distribuiscono infatti acqua benedetta ai fedeli, che la portano a casa. All’improvviso Basov e Avilov hanno lanciato il liquido contro la porta, in una performance dal chiaro sapore provocatorio intitolata “L’esorcista”.

Accusati di "teppismo lieve" 
I due sono stati immediatamente fermati dalla polizia, che li ha colti in flagrante con le taniche in mano. Hanno passato la notte in stato di fermo con l’accusa di “teppismo lieve”. Rischiano una condanna fino a 15 giorni di carcere.
Condividi