Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Moscovici-in-Italia-ci-sono-dei-piccoli-Mussolini.-Di-Maio-Non-si-deve-permettere-1af18eff-af84-44f9-9474-37cd9351d384.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Lo scontro

Moscovici: in Europa ci sono dei "piccoli Mussolini". Di Maio: "Non si deve permettere"

Il commissario europeo agli Affari economici e monetari: "L'Italia è un problema nella zona euro".  Salvini: "Si sciacqui la bocca". Ma dalla trascrizione emerge che Moscovici sui "piccoli Mussolini" si riferiva in generale all'Europa, non all'Italia

Condividi
Pierre Moscovici "per la prima volta ha paura" davanti all'ondata populista che sta travolgendo l'Europa. "Non c'è Hitler, ma dei piccoli Mussolini", dice il commissario europeo agli Affari economici e monetari.

In una conferenza stampa a Parigi all'indomani del discorso sullo stato dell'Unione di Jean-Claude Juncker, Moscovici afferma: "Quando dico che ho paura" è pensando agli anni Trenta del Novecento. "Non c'è Hitler", ma se ci sono "dei piccoli Mussolini è da verificare". Le sue parole sono state interpretate da molti come un'allusione velata a Matteo Salvini, "il più nazionalista" dei ministri degli Interni, "in un momento in cui il suo Paese avrebbe più che bisogno della solidarietà europea".

Pierre Moscovici torna quindi a dirsi preoccupato per la progressione dei populisti in Europa a meno di un anno dalle elezioni europee del 2019. "La storia, come diceva Raymond Aron, è tragica, bisogna evitare che sprofondi nelle sue ore più buie", sottolineando tuttavia che, almeno nelle prossime europee, i populisti non conquisteranno la schiacciante maggioranza dell'Assemblea Ue, ma otterranno comunque una "forte progressione". 

"L'Italia un problema nella zona euro' 
L'Italia è "un problema" nella zona euro, dice ancora il commissario europeo agli Affari economici. "C'è un problema che è l'Italia, è proprio l'Italia il tema su cui mi voglio concentrare prima di tutto", fa sapere Moscovici.

Di Maio: giudizi ignobili, non si devono permettere
Alcuni "dall'alto della loro Commissione europea si permettono di dire che in Italia ci sono tanti piccoli Mussolini, non si devono permettere", replica il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, commentando le dichiarazioni di Moscovici. "Sono giudizi ignobili di una Commissione che tra 6-8 mesi non esisterà più perché i cittadini alle prossime elezioni manderanno a casa una buona parte dell'establishment europeo", ha aggiunto Di Maio sottolineando che "tutte queste prese di posizione contro l'Italia si scontreranno con le prossime elezioni europee. A questi signori - ha osservato - una lezione non gliela dobbiamo dare noi come governo, noi incassiamo e li compatiamo anche un po'. Una lezione gliela daranno i cittadini italiani alle prossime elezioni europee". "Queste sono persone scollegate dalla realtà: hanno di fronte uno dei governi con il più alto consenso in Europa", ha aggiunto Di Maio. 



Salvini: Moscovici si sciacqui la bocca prima parlare di noi 
Il commissario Ue Moscovici, anziché censurare la sua Francia che respinge gli immigrati a Ventimiglia, ha bombardato la Libia e ha sforato i parametri europei, attacca l'Italia e parla a vanvera di tanti piccoli Mussolini in giro per l'Europa. Si sciacqui la bocca prima di insultare l'Italia, gli Italiani e il loro legittimo governo", è invece la replica del vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini al commissario europeo. 

Frasi Moscovici su "piccoli Mussolini" riguardano l'Europa, non l'Italia
Nel "Continente" europeo "in questo momento c'è un clima che assomiglia molto agli anni '30. Fortunatamente non c'è il rumore di stivali, non c'è Hitler". Ci sono "dei piccoli Mussolini, che restano da verificare". Sono queste le parole utilizzate dal commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, questa mattina in una conferenza stampa a Parigi e su cui si sono innescate polemiche politiche in Italia. Ma secondo la trascrizione fornita dalla Commissione europea non erano pronunciate in riferimento alla Penisola, ma al quadro europeo in generale.
Moscovici ha sì anche parlato di Italia, nelle dichiarazioni introduttive e in risposta a una domanda dell'agenzia spagnola Efe, ma in quel caso ha sostanzialmente ripetuto i richiami a proseguire una politica di Bilancio che punti al risanamento, ribadendo di non essere fautore di una "austerità cieca", ma che è interesse della stessa Penisola ridurre il pesante debito pubblico. 
Condividi