POLITICA

Venezia

Mose, confermato il carcere per Galan

Il tribunale del Riesame di Venezia ha confermato il carcere per l'ex governatore del Veneto arrestato nell'ambito dell'inchiesta sul Mose 

Condividi
Giancarlo Galan resta in carcere per le accuse di corruzione nell'inchiesta Mose. Lo ha deciso il Tribunale del Riesame di Venezia dopo quattro ore di camera di consiglio. I giudici hanno respinto le richieste della difesa dell'ex governatore, che chiedeva la scarcerazione o in subordine i domiciliari. 

Nei confronti di Galan i giudici hanno ritenuto "manifestatamente infondata la questione di legittimità Costituzionale avanzata" ed hanno annullato per prescrizione, relativamente ai soli fatti antecedenti il 22 luglio 2008 (fra cui il finanziamento della ristrutturazione della casa ed altre dazioni), la precedente ordinanza con cui il gip di Venezia chiedeva l'arresto. Il deputato di Forza Italia resta così nel carcere di Opera.
Condividi