Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Mostra-del-Cinema-di-Venezia-Cuaron-nominato-presidente-fb05448f-4cfc-4958-8a45-caea4e669f00.html | rainews/live/ | (none)
SPETTACOLO

Insieme a lui altri 8 membri tra attori e registi

Mostra del Cinema di Venezia, Cuaròn presidente di giuria

Vincitore di due Oscar - per la miglior regia e il miglior montaggio di Gravity - ha avuto altre quattro nomination agli Academy Awards. Insieme agli altri giurati decideranno a chi va il Leone d'oro

Condividi

È il regista Alfonso Cuaròn a presiedere la Giuria internazionale del Concorso della 72/a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, in programma dal 2 al 12 settembre. La decisione è stata presa dal cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, su proposta del direttore della Mostra Alberto Barbera.  

Vincitore di due Oscar - per la miglior regia e il miglior montaggio di Gravity, film d'apertura della Mostra di Venezia 2013 che ha ottenuto in tutto 7 Oscar - Cuaròn ha avuto altre quattro nomination agli Academy Awards, sempre per film presentati in prima mondiale a Venezia: Y tu mama tambie'n (2001, miglior sceneggiatura), I figli degli uomini (2006, miglior sceneggiatura e miglior montaggio), Gravity (2013, miglior film). Il legame di Cuaròn con la Mostra risale dunque al 2001, quando Y tu mama tambie'n vinse l'Osella per la miglior sceneggiatura (di Carlos e Alfonso Cuaron) e il Premio Marcello Mastroianni (Gael Garcia Bernal e Diego Luna). Direttore della Mostra era Alberto Barbera. Nel 2006, I figli degli uomini vinse l'Osella per la migliore fotografia, premiando Emmanuel Lubezki, direttore della fotografia anche di Gravity. 

La Giuria della categoria principale, Venezia72, è composta poi dallo scrittore, sceneggiatore e regista francese Emmanuel Carrère, autore, tra le sue celebri opere di narrativa, dei bestseller Limonov (2011) e Il regno (2015); il regista turco Nuri Bilge Ceylan, Palma d’oro a Cannes nel 2014 con  Il regno d’inverno; il regista polacco Pawel Pawlikowski, autore di Ida, premio Oscar per il miglior film straniero 2015; il regista italiano Francesco Munzi, in concorso alla 71. Mostra di Venezia 2014 con Anime nere, acclamato dalla critica e vincitore di 9 David di Donatello 2015; il regista taiwanese Hou Hsiao-hsien, Leone d’oro a Venezia 1989 con Città dolente, e in concorso a Cannes 2015 con Nie Yinniang (The Assassin), premiato per la regia; l’attrice tedesca Diane Kruger, interprete, tra i molti suoi ruoli internazionali, del personaggio di Bridget von Hammersmark in Bastardi senza gloria (2009) di Tarantino; la regista e sceneggiatrice britannica Lynne Ramsay, acclamata dalla critica e nominata ai Golden Globe e ai Bafta per il film …e ora parliamo di Kevin (2011); l’attrice e regista statunitense Elizabeth Banks, interprete delle saghe di Spiderman e Hunger Games ed esordiente nella regia con la commedia di successo Pitch Perfect 2.

La Giuria di Venezia 72 assegnerà ai lungometraggi in Concorso i seguenti premi ufficiali: Leone d'Oro per il miglior film, Leone d'Argento per la migliore regia, Gran Premio della Giuria, Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile, Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile, Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergenti, Premio per la migliore sceneggiatura, Premio Speciale della Giuria.

Condividi