MOTORI

Le Mans

MotoGp in Francia. Festa Yamaha, pole Vinales e poi Rossi e Zarco. Marquez è quinto

Il giovane spagnolo Maverick Vinales conquista la pole, la sua seconda stagionale, seguito dal compagno di squadra Valentino Rossi: in qualifica li hanno separati appena 106 millesimi

Condividi
Dopo il weekend spagnolo in ombra, la Yamaha torna a far la voce grossa e fa festa prendendosi la prima fila sulla griglia di partenza del Gran Premio di Francia, quinta prova del Mondiale di MotoGp, in programma domani sul circuito di Le Mans.

Il giovane spagnolo Maverick Vinales conquista la pole, la sua seconda stagionale, seguito dal compagno di squadra Valentino Rossi: in qualifica li hanno separati appena 106 millesimi.

La prima fila sarà completata da un'altra Yamaha, quella del team Tech 3 guidata dal francese beniamino di casa Johann Zarco (+0"235), alla sua miglior partenza di sempre nella classe regina.

Seconda fila, invece, per il campione del mondo Marc Marquez: lo spagnolo della Honda ha ottenuto il quinto tempo a 499 millesimi, preceduto dall'inglese Cal Crutchlow (Lcr Honda, +0"306) e davanti ad Andrea Dovizioso (Ducati, +0"732), sesto.

L'altro inglese Scott Redding, miglior tempo nella Fp3, partirà dalla settima posizione, dopo essere stato protagonista con la sua Ducati del team Octo Pramac Racing di una caduta (ma la più spettacolare, pure senza conseguenze, è toccata a Jack Miller).

In terza fila ci sono poi lo spagnolo Pol Espargaro (Red Bull Ktm Factory Racing, miglior griglia di sempre per la scuderia austriaca) e il ceco Karel Abraham (Pull&Bear Aspar Team, su Ducati).

La top 10 è quindi completata ancora da un inglese, Bradley Smith, compagno di squadra di Espargaro.

"Sono contento - le parole di Rossi - Finalmente abbiamo potuto correre sull'asciutto e sono stato sempre veloce. Va molto meglio rispetto a Jerez, complice anche quest'asfalto, che ha molto grip. Nel primo tentativo potevo far meglio, ma ho perso tempo con Miller (l'australiano, più lento, si è trovato sulla sua traiettoria, ndr); mentre il secondo è stato buono, ma non è bastato".
Condividi