Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Napoli-Folla-aggredisce-ambulanza-denuncia-degli-operatori-su-fb-Calci-pugni-e-minacce-f2e42d48-b96c-4428-9300-f652d3b738aa.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Napoli. Folla aggredisce ambulanza, denuncia degli operatori su fb: "Calci, pugni e minacce"

Il fatto si sarebbe verificato questa mattina all'alba nel parcheggio di una discoteca di Coroglio

Condividi

Un'ambulanza interviene all'alba in un parcheggio di una discoteca nella zona di Coroglio, a Napoli, per soccorrere un ragazzo ubriaco, ma un folto gruppo di persone pretende attenzione, con violenza e minacce agli operatori del '118', per un altro giovane rimasto ferito in un incidente stradale avvenuto contemporaneamente lì vicino. Alla fine, giunge un altro mezzo di soccorso e porta in ospedale entrambi. La vicenda, sulla quale indagano i carabinieri, induce la pagina fb 'Nessuno tocchi Ippocrate' a parlare di "folla inferocita" che "aggredisce la postazione San Paolo", la 34ma aggressione del 2018.

In pochi minuti è giunta l'ambulanza e il mezzo ha cominciato a uscire dal parcheggio. Contemporaneamente, all'esterno della discoteca avviene un incidente con una persona in gravi condizioni. "L'ambulanza viene circondata da una ottantina di persone che cominciano a sferrare calci e pugni sui vetri e le fiancate. Un energumeno, attraverso il finestrino abbassato, prende per il bavero della divisa l'autista soccorritore e comincia a strattonarlo" si legge su fb.

"Immediatamente l'equipaggio - medico e infermiere che erano nel vano sanitario a prestare le prime cure al giovane ubriaco - sentiti i calci vicino alle fiancate- è sceso dai portelloni posteriori e ha cercato di raggiungere il ragazzo coinvolto nell'incidente, ma la folla con offese e spintoni glielo ha impedito", si descrive nel post.

Alla fine la postazione San Paolo ha deciso di affidare il ragazzo ubriaco a un altro mezzo di soccorso in arrivo e ha caricato immediatamente il conducente del veicolo schiantatosi portandolo nell'ospedale Cardarelli. Non è in pericolo di vita". "La postazione San Paolo è alla sua sesta aggressione da inizio anno" dicono gli operatori. E aggiungono nella pagina fb: "E non mi dite che stavolta la folla era inferocita per il ritardo nel giungere sul posto...l'ambulanza era già lì".

Condividi