Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Napoli-detenuto-per-omicidio-evade-da-Poggioreale-ac5ca195-a8c1-4a61-8779-d95c09f81d27.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Napoli, detenuto per omicidio evade da Poggioreale

Condividi
Ha usato una corda di lenzuola per scavalcare il muro di cinta mentre si stava recando a messa. Un'azione repentina che gli ha permesso di lasciare indisturbato il carcere.

Un detenuto polacco di 31 anni, R.L., è evaso questa mattina dalla casa circondariale napoletana di Poggioreale. E' la prima evasione in 100 anni. L'uomo - ritenuto pericoloso dalla Questura - si trovava recluso con l'accusa di avere ucciso nel 2018 un ucraino. Immediata è scattata la ricerca del fuggitivo che al momento risulta irreperibile. Intanto dopo l'evasione arriva la protesta del Sappe, il Sindacato autonomo polizia penitenziaria, che parla di "evasione annunciata".

"Adesso è prioritario catturare l'evaso - afferma Emilio Fattorello, segretario per la Campania - ma la grave vicenda porta alla luce le priorità della sicurezza (spesso trascurate) con cui quotidianamente hanno a che fare le donne e gli uomini della polizia penitenziaria di Poggioreale". Fattorello denuncia "le quotidiane difficoltà operative con cui si confrontano le unità in servizio a Poggioreale. E' una evasione annunciata, frutto della superficialità con cui sono state trattate e gestite le molte denunce fatte dal sindacato". Il Sappe denuncia sovraffollamento e carenza di personale.
Condividi