Tutte le notizie di Rai News - ultime notizie in tempo reale - home page, logo rai news Torna su
ITALIA

La bambina sta bene

Neonata in cassonetto nel senese, interrogata la donna che l'ha ritrovata

La donna - questa mattina - buttando la spazzatura ha notato una scatola di cartone accuratamente collocata dentro il bidone: all'interno c'era la piccola, di carnagione chiara, che cominciava a diventare cianotica

Condividi
E' sotto interrogatorio la donna che ha trovato questa mattina una neonata in un cassonetto di Campiglia D'Orcia, nel senese. Si sospetta che possa sapere chi sia la madre. A fare il ritrovamento e' stata una badante di origine romena, da tempo è residente in Val d'Orcia dove si prende cura di un'anziana.

L'interrogatorio si sta svolgendo nella locale stazione dei carabinieri dove è stata fatta venire anche una equipe medica. Secondo alcune indiscrezioni, il ritrovamento sarebbe avvenuto verso le 5 di stamani ma l'allarme è stato dato oltre 3 ore dopo. La scatola dentro la quale sarebbe stata trovata la bambina non è stata ancora rinvenuta.

Erano le 8.45 quando la donna, buttando la spazzatura, ha notato una scatola di cartone accuratamente collocata dentro il bidone: all'interno c'era la piccola, di carnagione chiara, che cominciava a diventare cianotica.

La donna ha chiamato in soccorso un amica, che ha immediatamente dato l'allarme, chiamando i carabinieri e il 118. In extremis la bimba è stata trasportata all'ospedale di Abbadia San Salvatore e le sue condizioni adesso appaiono buone. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Montalcino.

Medico: solo lieve cianosi
"Abbiamo tirato un sospiro di sollievo vedendola. Fortunatamente la piccola presentava una lieve cianosi delle estremità e siamo intervenuti per aiutarla a respirare e per riscaldarla". Così Leonardo Donati del 118 di Siena ha commentato l'intervento che questa mattina, insieme all'infermiere Michele Iannotta, quando è stato chiamato per la neonata trovata in un cassonetto. "Avvolta in una copertina bianca, la piccola aveva ancora il cordone ombelicale sanguinante, che è stato clampato, come si dice nel gergo medico", ha aggiunto Donati.
Condividi