Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Nigeria-elezioni-presidenziali-rimandate-di-una-settimana-c880fc87-82e8-4b9c-8363-f9b403265d3b.html | rainews/live/ | true
MONDO

Sparite le schede per le regioni dell'Est Niger e del Niger

Nigeria, elezioni presidenziali rimandate di una settimana

Il presidente della Commissione elettorale, Mahmood Yakubu: "Una decisione difficile ma necessaria per il successo del voto e per il consolidamento della nostra democrazia"

Condividi
Le elezioni presidenziali in Nigeria, previste per oggi, sono state fatte slittare di una settimana. La commissione elettorale nigeriana ha posticipato il voto al 23 febbraio, a poche ore dall'apertura dei seggi, perché il materiale elettorale non sarebbe stato consegnato in alcune aree del Paese. "Con una  decisione difficile ma necessaria per il successo del voto e per il consolidamento della nostra democrazia", ha dichiarato il presidente della Commissione elettorale, Mahmood Yakubu.

"Dopo una attenta revisione della logistica e dei piani operativi e data la nostra determinazione di condurre elezioni libere e corrette e credibili, la Commissione è arrivata a concludere che il processo elettorale, così come era stato previsto, non è più fattibile", ha detto.       

Lo slittamento consentirà alla commissione di "risolvere i problemi identificati per mantenere la qualità delle elezioni". Sono stati di recente registrati attacchi incendiari contro gli uffici della Commissione e sono sparite le schede per le regioni dell'Est Niger e del Niger. Sono 72 i candidati alle elezioni, anche se la competizione reale sarà fra il presidente uscente Muhammadu Buhari e Atiku Abubakar, del principale partito di opposizione, entrambi di etnia Fulani.

I principali partiti condannano il rinvio
I due principali partiti nigeriani hanno condannato con fermezza il rinvio dello scrutinio, annunciato all'ultimo momento dalla Commissione elettorale e si sono accusati reciprocamente di esserne la causa. Il partito al potere, il Congresso dei Progressisti (Apc), si è detto "estremamente deluso" dalla decisione e ha chiesto  alla Commissione elettorale di rimanere "imparziale", mentre il candidato dell'opposizione, Abubakar Atiku, ha denunciato una "provocazione" e ha lanciato un appello alla calma ai suoi sostenitori. 
Condividi