Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Nobel-della-Medicina-a-O-Keefe-May-Britt-ed-Edvard-Moser-680f62aa-16d8-48ea-a993-2eb46274da9c.html | rainews/live/ | true
SCIENZA

Il premio

Nobel della Medicina a O’Keefe, May-Britt ed Edvard Moser per le ricerche sul 'Gps del cervello'

I coniugi norvegesi Edvard e May-Britt Moser e il britannico-americano John O'Keefe sono i vincitori del premio Nobel per la Medicina. Il riconoscimento è per la scoperta di un sistema cellulare di posizionamento nel cervello che rende possibile l'orientamento

La cerimonia di premiazione (foto archivio)
Condividi
Stoccolma (Svezia) Il Nobel per la Medicina 2014 è stato assegnato a John O'Keefe e ai coniugi May-Britt ed Edvard I. Moser per la scoperta di una sorta di 'Gps del cervello' che ci permette di orientarci nello spazio, dimostrando così una base cellulare per le funzioni cognitive più elevate. 

L'annuncio è stato dato oggi a Stoccolma, nel corso della tradizionale conferenza stampa al Karolinska Institutet svedese. I coniugi Edvard e May-Britt e Moser sono la quinta coppia sposata a conquistare un Nobel. 

Le loro scoperte, fa sapere l'Assemblea dei Nobel del Karolinska Institute, hanno contribuito a spiegare come il cervello crea "una mappa dello spazio che ci circonda e come possiamo muoverci in un ambiente complesso".

Nel 1971 O'Keefe ha scoperto i primi componenti di questo Gps: un gruppo di cellule 'localizzatrici' che hanno il compito di tracciare una mappa dello spazio circostante, posizionandosi al suo interno. Oltre 30 anni dopo, nel 2005, i Moser hanno scoperto un altro tassello chiave, identificando un altro tipo di cellule nervose (cellule 'griglia') che generano un sistema di coordinate in grado di localizzarci ancora più precisamente. 

Queste cellule del 'Gps' del cervello si trovano soprattutto nella parte inferiore dell'ippocampo, chiamata corteccia entorinale. Insieme, i due tipi di cellule ci rendono possibile determinare una posizione e 'navigare' all'interno di ambienti complessi. 

Gli scienziati si dividono in 2 parti (la prima a O'Keefe, la seconda a marito e moglie) un riconoscimento pari a 8 milioni di corone svedesi (oltre 880 mila euro).

Altri candidati al Nobel per la medicina erano Michael H. Wigler, Charles Lee e Stephen W. Scherer per i loro studi sulle variabilità genetiche e le loro associazioni con particolari malattie. James E. Darnell, Jr., Robert G. Roeder e Robert Tjian erano invece candidati per aver chiarito i processi legati alla trascrizione e alla regolazione genica. Nominato anche il lavoro di David Julius sui meccanismi molecolari della sensazione del dolore per la Thomson Reuters.

Il comunicato ufficiale
 
Condividi