Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Nobel-per-la-Pace-chi-e-l-indiano-Kailash-Satyarthi-b669408e-e169-4011-9e69-6f9246237e99.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il riconoscimento

Nobel per la Pace: chi è l'indiano Kailash Satyarthi

Attivista dei diritti umani, è impegnato da anni nella lotta contro il lavoro minorile. Satyarthi ha dedicato il Nobel ai bambini che vivono in schiavitù e ha annunciato: "Conosco Malala personalmente e la inviterò a lavorare con me"

Kailash Satyarthi
Condividi
L'indiano Kailash Satyarthi, 60 anni, che con la pachistana Malala Yousafzai, ha vinto il Premio Nobel per la Pace 2014, è un attivista dei diritti umani. Sin dagli anni '90 è impegnato nella lotta contro il lavoro minorile con la sua organizzazione Bachpan Bachao Andolan. La sua azione ha permesso di liberare almeno 80.000 bambini dalla schiavitù, favorendone la reintegrazione sociale. 

Negli oltre 25 anni di attività a difesa dei diritti dei minori, Satyarthi ha partecipato a numerose campagne internazionali come la Marcia globale contro il lavoro minorile, attirando su di sé l'attenzione dei media di tutto il mondo. Come presidente della Marcia, intervenne nel maggio 2004 ad un convegno organizzato da Cgil, Cisl, Uil e Mani Tese in cui sostenne che "basterebbero tre giorni di spesa militare mondiale, pari a 11 miliardi di dollari, per far sparire la piaga del lavoro minorile attraverso l'istruzione data ai 246 milioni di bambini lavoratori". Nel dicembre 2011 la sua organizzazione Bachpan Bachao Andolan ha pubblicato' uno studio in cui si rivelava che in India scompaiono 11 bambini ogni ora perché vittime del vasto  traffico di esseri umani esistente nel Paese.  Prima del Nobel odierno, Satyarthi ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali fra cui, nel 2007, una medaglia dal Senato italiano.

Kailash Satyarthi, ha dedicato il Nobel ai bambini che vivono in schiavitù. "E' un onore per tutti quei bambini che soffrono in schiavitù, vittime del lavoro forzato e dei traffici", ha dichiarato dall'India all'emittente Cnn-Ibn, poco dopo l'annuncio a Oslo del premio condiviso con la paladina pachistana della lotta per il diritto all'istruzione femminile Malala Yousafzay. Satyarthi ha ringraziato il Comitato del Nobel "per aver riconosciuto il dramma di milioni di bambini che soffrono nell'epoca moderna".

Parlando con i giornalisti a New Delhi il neo premio Nobel ha detto: "Conosco Malala personalmente e la inviterò a lavorare con me". L'attivista ha poi ribadito che "è un momento di gioia per gli indiani e per i bambini".
Condividi