Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Nunzia-De-Girolamo-si-dimette-da-ministro-Governo-non-ha-difeso-mia-onorabilita-3d6104d5-5ccc-4ae2-8b36-b43c314365f9.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

In una nota ha spiegato le ragioni

Nunzia De Girolamo si dimette da ministro: "Governo non ha difeso la mia onorabilità"

La decisione, spiega la De Girolamo, per "salvare la mia dignità". Il premier Letta accetta e assume l'interim dell'agricoltura. Forza Italia chiede al Nuovo Centrodestra di lasciare il governo. Il Pd: ''Prendiamo atto, l'avevamo incalzata''. Alfano: "Ho provato a fermarla". Per il Movimento 5 Stelle, invece, ''si è dimessa per evitare la nostra mozione di sfiducia''

Nunzia De Girolamo
Condividi
Roma Dopo le polemiche per l'inchiesta sulla Asl di Benevento, arrivano le dimissioni di Nunzia De Girolamo da ministro delle Politiche agricole. Dimissioni accettate questa mattina dal premier Enrico Letta che ha assunto l'interim del dicastero lasciato vacante. E Beppe Grillo, su twitter, scrive: "Il M5S mantiene le promesse. Tutti a casa".

A comunicare il passo indietro è la stessa De Girolamo con una nota in cui scrive: "L'ho deciso per la mia dignità: è la cosa più importante che ho e la voglio salvaguardare a qualunque costo. Ho deciso di lasciare un ministero e di lasciare un governo perché la mia dignità vale più di tutto questo ed è stata offesa da chi sa che non ho fatto nulla e avrebbe dovuto spiegare perché era suo dovere prima morale e poi politico. Non posso restare in un governo che non ha difeso la mia onorabilità".




Renzi: “Rispetto per la De Girolamo ma il rimpasto non ci riguarda”
"Non partecipiamo a discussioni da prima Repubblica" ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi a chi gli chiedeva se le dimissioni del ministro Nunzia De Girolamo aprissero la prospettiva di un rimpasto di Governo. "Le dimissioni riguardano il ministro e il presidente del Consiglio. Ho massimo rispetto, in Italia non lo fanno in tanti". Un eventuale rimpasto dopo le dimissioni del "è una questione che riguarda il presidente del Consiglio". "So che nel vecchio stile della politica - ha aggiunto – era naturale, per un segretario del partito appena eletto, andare a bussare e a chiedere: 'Che ci tocca?'. Noi siamo diversi dalla vecchia politica, questo giochino non ci appartiene". 

Alfano: “Ho provato a fermarla”
Il ministro De Girolamo "mi ha chiamato per avvertirmi. Le ho detto che non condividevo le sue dimissioni e ho provato, invano, a trattenerla. Ma ha la testa dura, ha insistito ad andare avanti". E’ quanto ha detto il vice-presidente del consiglio, Angelino Alfano, leader del Ncd, rispondendo alle domande sulle dimissioni rassegnate ieri dal ministro Nunzia De Girolamo, in un'intervista al quotidiano la Repubblica. Il governo "certamente non ne esce rafforzato - afferma - oggiaffronterò questa questione con il premier". Alfano quindi ha aggiunto: "Nunzia in parlamento si è difesa bene, ha usato parole chiare. Io le ero seduto accanto e lo rifarei", mentre, circa le dichiarazioni della De Girolamo che si è detta abbandonata dal presidente Enrico Letta risponde: "evidentemente si aspettava un'attestazione più calorosa da parte del premier".
 
Lupi: "Rispetto dignità di Nunzia"
"Rispetto il grande gesto di dignità di Nunzia, che rispecchia la sua passione per la politica sempre disinteressata e desiderosa solo di voler costruire un futuro più giusto. E di servire il bene comune. Mi dispiace perdere un ottimo ministro, ma so che guadagneremo in ruoli di grande responsabilità  una risorsa enorme e tanta energia e passione per l'affermazione del Nuovo Centrodestra". Lo dice il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi.

Il Pd: prendiamo atto, l'avevamo incalzata
Per i democratici parla il portavoce della segreteria, Lorenzo Guerini: ''Prendiamo atto delle dimissioni, a seguito delle vicende su cui il Pd l'aveva incalzata in aula. Ora più che mai siamo impegnati in un percorso di riforme''.

Bonino “sorpresa”
La decisione di dimettersi del ministro Nunzia di De Girolamo "mi ha sorpreso, non ne avevo avuto sentore, oggi sarà più chiaro". Questo il commento del ministro degli Esteri Emma Bonino. Quanto all'ipotesi di un rimpasto di governo, la titolare della Farnesina ha detto di "averne letto da lontano sui giornali, occupandomi d'altro".

Osvaldo Napoli (Forza Italia): ''Il Nuovo Centrodestra lasci il governo''
''Ncd esce malconcio dalla vicenda e se De Girolamo salva così la sua dignità  forse è il caso che tutto il Ncd pensi a salvare la propria uscendo dal governo". Lo sottolinea in una nota l'esponente di Forza Italia, Osvaldo Napoli.

Il Movimento 5 Stelle: ''Si è dimessa per evitare nostro voto di sfiducia''
''A noi non serve la soddisfazione di fare dimettere la De Girolamo con la nostra mozione di sfiducia, ci basta la soddisfazione che lei lasci libero il Ministero. Gli italiani lo sanno che la nostra pressione è stata fondamentale'' scrive la deputata grillina Laura Castelli mentre, altri esponenti del MoVimento 5 Stelle ironizzano: “Non ci voleva affrontare in aula”, riferendosi proprio alla mozione di sfiducia che sarebbe stata discussa in Aula il prossimo 4 febbraio. “Peccato non l’abbia fatto anche la Cancellieri”, ha twittato Roberto Fico, lamentandosi del fatto che non si sia dimessa anche la titolare dell’Interno.
 
Condividi