MONDO

In Ucraina bloccate alcune attività nel sistema bancario e energetico

Cyber-attacco globale. Identificato un nuovo virus informatico battezzato Petya

Denunciati cyber-attacchi in Ucraina, Russia, Danimarca, Inghilterra e Francia 

Condividi
Il virus responsabile del massiccio cyberattacco sferrato oggi contro Russia e Ucraina si chiama Petya, a quanto ha fatto sapere la società di cyber sicurezza Group-IB, citata dalla Tass.  Il virus disattiva i computer, rendendone inaccessibili i file e chiede un riscatto di 300 dollari in Bitcoin. Il rapporto della Group-IB sostiene che il virus si stia diffondendo nelle reti locale, come il famoso virus 'WannaCry'. Gli specialisti della societa' hanno stabilito che Petya e' stato utilizzato da poco dal gruppo Cobalt per coprire le tracce di attacchi mirati a istituzioni finanziarie. Secondo la Group-IB, tra le vittime dell'attacco informatico di oggi vi sono le reti della compagnia petrolifera russa di Stato Rosneft, della sua controllata Bashneft, della Mars, Nivea, Tesa e altre aziende. Il virus ha attaccato i computer del governo ucraino, della metropolitana e dell'aeroporto di Kiev,  dei negozi Auchan, degli operatori di telecomunicazione e della ucraina Privatbank L’Ucraina è stata colpita da un imponente cyber-attacco che sta bloccando le attività di numerose imprese pubbliche e private tra cui la banca centrale e la maggiore compagnia energetica nazionale.

Il cyberattacco che ha colpito la Russia e l'Ucraina si sta espandendo ad altre società europee, in particolare di Francia, Gran Bretagna e Danimarca. L'attacco, oltre a società, istituzioni e trasporti di Mosca e Kiev, ha colpito il colosso del trasporto marittimo danese Maersk, il gigante della pubblicita' britannico Wpp e la societa' francese Saint-Gobain.
"La maggior parte dei nostri sistemi informatici sono stati oggetto di un attacco virale, continuiamo a valutare la situazione", ha detto un portavoce di Maersk a France Presse Una conferma arriva anche dal portavoce della
Saint-Gobain il quale ha aggiunto che "tutti i nostri sistemi informatici sono stati isolati" per ragioni di protezione. La Wpp ha confermato l'attacco su Twitter e ha fatto sapere che sta "prendendo tutte le misure appropriate" dal
momento che "i sistemi informatici di diversi settori del nostro gruppo sono state oggetto di un cyberattacco 
 
Oschadbank, una delle maggiori banche pubbliche ucraine, ha dichiarato che le sue attività sono state colpite da un “attacco haker” ma ha assicurato che i dati riguardanti la clientela sono stati conservati e sono al sicuro.
 
Ukrenergo la maggiore compagnia di distribuzione di energia ha comunicato che il proprio sistema informatico è stato colpito dall’attacco ma che questo fatto non ha comportato ripercussioni sulla fornitura dell’energia elettrica.
 
Nel passato l’Ucraina aveva accusato la Russia di essere responsabile di questo tipo di attacchi incluso un attacco alla rete elettrica nell’Ucraina occidentale che alla fine del 2015 aveva provocato un black-out nella regione.
Condividi