MONDO

Batosta per il presidente

Defezioni tra i repubblicani, fallisce abolizione dell'Obamacare.Trump contro McCain: "Voltagabbana"

A segnare il destino dell'ultima proposta di riforma del Grand Old Party (Gop), il "no" annunciato ieri sera dalla senatrice repubblicana del Maine, Susan Collins , che si aggiunge a quello dei colleghi di partito Rand Paul  e John McCain. Decine di arresti tra i manifestanti che difendevano la sanità dell'era Obama

Condividi
E' sull'orlo del precipizio anche l'ultimo tentativo del presidente Donald Trump e dei senatori repubblicani di smantellare l'Obamacare, la riforma sanitaria voluta dell'ex presidente Barack Obama. A segnare il destino dell'ultima proposta di riforma del Grand Old Party (Gop), il "no" annunciato ieri sera dalla senatrice repubblicana del Maine, Susan Collins , che si aggiunge a quello dei colleghi di partito Rand Paul (del Kentucky) e John McCain (dell'Arizona). Con soli 52 seggi su 100 in Senato, i repubblicani possono permettersi due sole defezioni perche' l'opposizione democratica e' compattamente schierata contro la proposta.

La stima dei tagli a fronte delle persone private della copertura
A gettare benzina sul fuoco il Congressional budget office (Cbo), l'ufficio parlamentare bipartisan che ha stimato con il provvedimento messo a punto dai senatori repubblicani Lindsey Graham e Bill Cassidy, un taglio del deficit di bilancio pari a 133 miliardi di dollari a fronte "di milioni di persone" che resterebbero senza copertura assicurativa.

Decine di arresti a Washington
 E' stato l'epilogo di una giornata convulsa ieri a Washington sul fronte della sanita', con l'arresto di 181 manifestanti accorsi a Capitol Hill per difendere l'Obamacare. Il presidente della commissione Finanze del Senato, Orrin Hatch, ha definito "improbabile" un voto sulla proposta della riforma Gop entro la settimana, come inizialmente previsto. L'obiettivo dei repubblicani sarebbe quello di far approvare il disegno di legge entro il 30 settembre, data oltre la quale non sarebbero piu' in grado di avvalersi della speciale regola che consente di  far passare la misura con 50 voti, anziche' i 60 previsti per provvedimenti controversi come la riforma della Sanita'. Trump ha accusato l'influente senatore McCain di aver cambiato "completamente rotta" sull'Obamacare. Ieri aveva chiamato la Collins per tentare di tirarla dalla sua parte, cosi' come aveva fatto con Paul nel weekend, a quanto pare senza successo. 

 "Parte del problema e' rappresentato dal fatto che non ci sono stati dibattiti in audizione, un'attenta considerazione e un controllo dei provvedimenti", ha detto la Collins annunciando che non sosterra' il provvedimento per rimpiazzare l'Obamacare, rinnovando l'appello ai democratici a lavorare insieme per stabilizzare il mercato delle assicurazioni sanitarie e impedire l'impennata dei premi. Graham e Cassidy hanno anche tentato modifiche dell'ultimo minuto alla loro proposta, promettendo piu' soldi al Maine, all'Arizona e all'Alaska, sperando cosi' di guadagnare il consenso non solo della Collins e di McCain ma anche delle senatrice Lisa Murkowski che ha manifestato riserve. Per convince Paul hanno invece messo sul piatto un indebolimento delle tutele per i consumatori, eliminando ad esempio il divieto per le assicurazioni di far pagare di piu' ai malati. Nel weekend anche il senatore repubblicano del Texas Ted Cruz, tra i piu' ferventi oppositori dell'Obamacare, ha negato il suo appoggio all'ultima versione di riforma Gop. La proposta non solo elimina alcuni programmi governativi per garantire copertura sanitaria a tutti gli americani ma ristruttura anche Medicaid, il programma varato 52 anni fa per garantire assistenza medica di base ai meno abbienti e che attualmente riguarda almeno 70 milioni di persone. Un'ulteriore spinta verso l'orlo del precipizio e' arrivata dall' agenzia di rating Standard & Poor's che ha stimato con la riforma Graham-Cassidy  la perdita di 600.000 posti di lavoro nel prossimo decennio.

Su twitter Trump contro McCain: "Ha cambiato idea"
Il Presidente Usa Donald Trump via Twitter attacca John McCain, uno dei tre senatori repubblicani, con Rand Paul e Susan Collins, che ha rifiutato di votare per il provvedimento Graham-Cassidy, riforma sanitaria che modifica quella denominata Obamacare, voluta dall'ex inquilino della Casa Bianca Obama. Trump ha postato sul suo profilo twitter vari filmati in cui cui McCain "parlava di respingere e sostituire O'Care".. Trump tuona così su twitter: "McCain ha completamente cambiato direzione rispetto a ciò che affermava". 




 
Condividi