Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ocse-promuove-le-riforme-ma-in-Italia-la-poverta-aumentata-fdceed9e-76ab-4ccd-bcd0-ff2a200b2c5d.html | rainews/media/ | (none)
ECONOMIA

Il Rapporto 2018

L'Ocse promuove le riforme, ma in Italia la povertà è aumentata

Al via a Buenos Aires il G20 finanziario, dazi e web tax al centro dei colloqui

Condividi
In Italia le riforme pagano, ma il Pil è debole e la disoccupazione alta. E soprattutto c'è più povertà. ''Negli ultimi dieci anni la povertà è aumentata soprattutto fra i giovani, riflettendo l'inefficacia dei programmi anti-poverta''',  afferma l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico in un rapporto preparato per il G20 dei ministri finanziari e dei governatori della banche centrali che si apre oggi a Buenos Aires. ''Progressi sul fronte delle riforme dipendono sulla capacità di restituire fiducia migliorando l'efficienza della pubblica amministrazione e la lotta alla corruzione''.

L'Ocse quindi raccomanda di ''migliorare l'efficienza della pubblica amministrazione'', ''promuovere maggiori investimenti di più alta qualità'' nelle infrastrutture, ''rafforzare politiche attive per il mercato del lavoro limitando la durata della disoccupazione'' e migliorare ''l'efficienza dell'architettura delle tasse'' mantenendo ''gli sforzi contro l'evasione''.

Nell'analisi dedicata al nostro Paese all'interno del report 'Going for Growth 2018', l'Ocse afferma  che le "sfide" rimangono legate a "produttività e investimenti, lavoro e competenze, ma anche alla povertà infantile". Maggiori investimenti nelle infrastrutture, segnala il report, migliorerebbero la produttività e limiterebbero il gap nel Pil pro capite che si osserva rispetto ai Paesi più avanzati dell'area Ocse. 
Condividi