MONDO

Il sondaggio

Quasi due russi su tre vogliono che la salma di Lenin venga sepolta

Condividi
A pochi giorni dalla ricorrenza del compleanno di Vladimir Lenin, il 22 aprile, l'istituto di sondaggi “Levada Center” ha condotto una ricerca su cosa i russi pensino su una eventuale sepoltura della salma del celebre leader della Rivoluzione d'Ottobre.

Oltre la metà degli intervistati ritengono che Lenin debba essere sepolto: per il 32% va seppellito vicino al muro del Cremlino, mentre il 26% ritiene che debba essere interrato a San Pietroburgo, nel cimitero di Volkov, vicino alle tombe della madre e di una sorella. 

Soltanto un terzo (31%) degli intervistati ritiene che la salma di Lenin debba essere lasciata all’interno del mausoleo. Uno su dieci dice invece di non sapere cosa farsene. 

Il sondaggio è stato condotto su un campione di 1.600 intervistati.

Non c’è consenso sul ruolo di Lenin nella storia russa: il 26% ritiene che la memoria del leader della rivoluzione sarà conservata dai posteri, anche se nessuno seguirà la sua strada, il 23% ha fatto notare che Lenin ha portato il paese arretrato sulla via del progresso e della giustizia e il 21% ritiene che le idee di Lenin siano state distorte dai suoi seguaci. 

Un russo su cinque (19%) è convinto che Lenin si appoggiasse sulle migliori aspirazioni e speranze degli esseri umani per portarli verso un futuro luminoso. 

Nello stesso tempo il 15% ritiene che Lenin avesse portato il paese sulla falsa strada, causando una montagna di disgrazie e sciagure e l'11% è convinto che sbagliasse nelle sue aspettative riguardo alla rivoluzione e al comunismo.
Condividi