Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Operazione-Labirinto-Alfano-Uso-politico-di-scarti-d-inchiesta-9bbe6e56-d404-4625-ab4c-ee6500ca830c.html | rainews/live/ | true
ITALIA

L'inchiesta

Operazione "Labirinto", ministro Alfano: "Uso politico di scarti d'inchiesta"

"Le intercettazioni non riguardano me - sottolinea il ministro Alfano- bensì terze e quarte persone che parlano di me. Persone, peraltro, che non vedo e non sento da anni. L'inchiesta racconta comportamenti e metodi che, se confermati, sono anni luce distanti dalla mia visione delle cose, del mondo e dell'essere cittadino della Repubblica" 

Condividi
"Siamo di fronte al ri-uso politico degli scarti di un'inchiesta giudiziaria. Ciò che i magistrati hanno studiato, ritenendolo non idoneo a coinvolgermi in alcun modo, viene usato per fini esclusivamente politici. Le intercettazioni non riguardano me, bensì terze e quarte persone che parlano di me. Persone, peraltro, che non vedo e non sento da anni". Così in una nota il ministro dell'Interno Angelino Alfano sulle intercettazioni emerse nell'ambito dell'inchiesta che ha portato all'operazione 'Labirinto', attraverso cui è stato messo in luce un presunto giro di tangenti, corruzione e frodi ai danni dello Stato. Al centro - secondo la procura di Roma - ci sarebbe l'uomo d'affari Raffaele Pizza. 

"L'inchiesta racconta comportamenti e metodi che, se confermati, sono anni luce distanti dalla mia visione delle cose, del mondo e dell'essere cittadino della Repubblica. Io rimango fermo - conclude Alfano - a quanto valutato da chi l'inchiesta l'ha studiata e portata avanti e ha ritenuto di non coinvolgermi. Il resto appartiene al lungo capitolo dell'uso mediatico delle intercettazioni. Ma questo è un discorso ben noto a tutti, che si trascina da anni, diventando ormai una vera e propria telenovela legislativa".
Condividi