MONDO

"Debellare questo crimine vergognoso e intollerabile"

Papa Francesco: "I governi agiscano contro la tratta e gli abusi sui minori"

​Oggi si celebra la Giornata di preghiera e riflessione contro la tratta di persone, quest'anno dedicata in particolare a bambini e adolescenti

Condividi
"Incoraggio tutti coloro che in vari modi aiutano i minori schiavizzati e abusati a liberarsi da tale oppressione", ha detto il Papa a conclusione dell'udienza in aula Paolo VI.

"Auspico che quanti hanno responsabilità di governo combattano con decisione questa piaga, dando voce ai nostri fratelli più piccoli, umiliati nella loro dignità. Occorre fare ogni sforzo per debellare questo crimine vergognoso e intollerabile".

Nei saluti finali, Jorge Mario Bergoglio ha ricordato che oggi la Chiesa ricorda suor Giuseppina Bakhita, "che da bambina fu vittima della tratta", auspicando che il suo ricordo accresca nei giovani di oggi "l`attenzione per i vostri coetanei più svantaggiati e in difficoltà".

Appello per i Rohingya cacciati dal Myanmar
"Preghiamo per tutti i migranti sfruttati e umiliati. Preghiamo in modo speciale per i nostri fratelli Rohingya, che sono cacciati dal Myanmar gente pacifica: non sono cristiani, sono buoni, fratelli e sorelle nostri". Lo ha chiesto Papa Francesco che alla fine dell'Udienza Generale ha voluto recitare un Padre Nostro con i 7 mila presenti in Aula Nervi proprio per i Rohingya. "E' da anni - ha ricordato - che soffrono torturati uccisi semplicemente per portare avanti le loro tradizioni, la loro fede musulmana".


 
Condividi