Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Papa-in-S-Pietro-il-dolore-dei-bambini-siriani-e-dei-cristiani-egiziani-e5d64734-7048-4b04-a698-788fd7de4850.html | rainews/media/ | (none)
MONDO

Papa: in S. Pietro il dolore dei bambini siriani e dei cristiani egiziani

Il Papa si prostra in San Pietro
Condividi
Come ogni anno, nel pomeriggio del venerdì santo, Papa Francesco si è prostrato a terra in San Pietro, all'inizio della celebrazione della Passione, che più di ogni altra volta ha avuto però un carattere dolente a causa delle stragi di questi giorni.

"Abbiamo ascoltato il racconto della Passione di Cristo. Si tratta in sostanza del resoconto di una morte violenta. Notizie di morti, e di morti violente, non mancano quasi mai dai notiziari serali. Anche in questi ultimi giorni ne abbiamo ascoltate, come quella dei 38 cristiani copti uccisi in Egitto la domenica delle Palme", ha commentato il predicatore della Casa Pontificia, padre Raniero Cantalamessa.

"Queste notizie - ha aggiunto - si susseguono con tale rapidità da farci dimenticare ogni sera quelle del giorno prima". "Perché allora, dopo 2000 anni, il mondo ricorda ancora, come fosse avvenuta ieri, la morte di Cristo?", si è chiesto il frate cappuccino. "E' che questa morte ha cambiato per sempre il volto della morte; essa ha dato un senso nuovo alla morte di ogni essere umano", ha spiegato.

"O Croce di Cristo, insegnaci che l'alba del sole è più forte dell'oscurità della notte, e che l'amore eterno di Dio vince sempre". Lo scrive Papa Francesco su Twitter. Il Pontefice è atteso dopo le 21 al Colosseo per presiedere la Via Crucis nel giorno del Venerdì Santo. Il rito in diretta su Rai 1.


Condividi