Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Perche-il-rosso-e-il-colore-del-Natale-3dcdc65d-e1f1-4fd5-9c16-5d2b4bb743ae.html | rainews/live/ | (none)
TENDENZE

L'esperto

Perché il rosso è il colore del Natale?

L'antropologa Guigoni spiega per quale motivo il Natale è tinto di rosso. Da Babbo Natale agli addobbi questa è la nuance delle feste

(La Presse)
Condividi
di Annalisa FantilliRoma Tavole imbandite, strade addobbate, Babbo Natale. I simboli del Natale e l'aria di festa sono tinti di rosso. Colore della passione tutto l'anno che a dicembre si sveste di malizia e si ricompone per la ricorrenza più tradizionale e casalinga che ci sia. Anche il detto lo dice: "Natale con i tuoi". E allora da cosa nasce la scelta del rosso?

Il colore della vitalità
"E' un colore cult fin dalla preistoria", spiega l'antropolga culturale Alessandra Guigoni. "In ambito primitivo il rosso è il colore del sangue, fa riferimento al principio della vita. Il 25 dicembre è una data che ha un significato sia religioso sia pagano: indica la nascita di Gesù e al tempo stesso è il periodo in cui fin dall'antichità ci sono i riti propiziatori per il nuovo anno, per il raccolto".

Il colore della regalità
Rosso simbolo di vitalità, di nascita religiosa e di rinascita pagana. Ma è anche "il colore della regalità. - continua l'antropologa - Pensiamo ai mantelli di ermellino rosso delle massime autorità. Col tempo il significato del colore dunque è cambiato". Ma in questa seconda accezione ben si adatta a quello che è diventato il Natale: una festa spesso consumistica e comunque espressione della globalizzazione.

Festa della globalizzazione
"E' fatto di stereotipi ormai universali e universalizzanti come le renne, la neve, l’albero, il ciccione vestito di rosso ridente e bianco barbuto. I bambini si aspettano la neve alla Vigilia anche se vivono a Il Cairo, o di vedere le renne al pascolo anche se vivono alla periferia di Roma o di Milano".
Condividi