Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Perielio-oggi-Terra-e-Sole-alla-minima-distanza-astronomia-de4484aa-24d5-418d-828c-a0678de30c36.html | rainews/live/ | true
SCIENZA

Astronomia

Terra e Sole alla minima distanza: oggi è il giorno del perielio

Il nostro pianeta arriva nel punto della sua orbita più vicino alla nostra stella, a una distanza di 147,1 milioni di chilometri. Si allontanerà fino al 6 luglio, quando sarà a 152,1 milioni di chilometri

Il Sole fotografato il 14 dicembre 2014 dal Solar Dynamics Observatory (foto Nasa da Flickr)
Condividi
Più “vicini” di così non si può. A occhio nudo la differenza non si nota, ma oggi la Terra si trova alla minima distanza dal Sole: è il cosiddetto perielio. Da domani riprenderemo ad allontanarci dalla nostra stella.

La danza della Terra intorno al Sole 
L’orbita della Terra non è circolare, ma ellittica. Di conseguenza, la distanza dal Sole cambia nel corso dell’anno. Al perielio è di circa 147,1 milioni di chilometri, mentre nel suo punto più lontano, il cosiddetto afelio, è di circa 152,1 milioni di chilometri.

Date variabili 
La data del perielio è leggermente variabile. Nel 2016, ad esempio, si verificherà il 2 gennaio, mentre nel 2017 tornerà a verificarsi il 4 gennaio. Per quanto riguarda il prossimo afelio, gli astronomi calcolano che cadrà il 6 luglio.

Fa più caldo? In realtà, no 
La maggiore o minore vicinanza del nostro pianeta al Sole influenza minimamente la temperatura sulla superficie terrestre: qualche milione di chilometri in più o in meno è poca cosa rispetto alla distanza media dalla nostra stella, pari a circa 149,6 milioni di chilometri. A determinare l’avvicendarsi delle stagioni è l’inclinazione dell’asse di rotazione della Terra, che combinata alla rivoluzione del nostro pianeta intorno al Sole nel corso dell’anno fa mutare l’angolo con cui i raggi solari colpiscono la superficie terrestre.
Condividi