Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Piatek-Ilicic-Freuler-Calhanoglu-Gasperini-Gattuso-f06dc9e7-90fb-452f-8c27-2a86f3088fa6.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, ventiquattresima giornata

Piatek, altro show: pesante 1-3 del Milan in casa Atalanta

Orobici in vantaggio con Freuler, poi ci pensa il bomber polacco: pareggio prima dell'intervallo, Calhanoglu raddoppia in avvio ripresa, al 61' il 'pistolero' cala il tris di testa. La squadra di Gattuso consolida il quarto posto Champions e stacca i nerazzurri, ora a -4

Condividi
di Gianluca Luceri Ci sono vittorie e vittorie. Quella del Milan a Bergamo è pesantissima in ottica Champions: Atalanta affondata 1-3 e adesso a -4 dalla squadra di Gattuso, che consolida il quarto posto (e mette nel mirino il terzo dell'Inter, adesso solo a +1), in attesa degli impegni di Roma e Lazio. Allo stadio ‘Atleti Azzurri d’Italia’ la copertina se la prende ancora un devastante Krzysztof Piatek, autore di una grande doppietta (17 finora le sue reti stagionali e secondo posto nella classifica marcatori dietro Ronaldo).

Primo tempo molto tattico: le due squadre si temono e, almeno per mezz’ora, finiscono per annullarsi. Al 13’, su cross tagliente di Suso, un solissimo Kessie (in posizione sospetta) in tuffo di testa non trova la porta da posizione invitante. Nulla da raccontare fino al 33’, quando entra in scena Josip Ilicic: grande assolo sulla destra, lo sloveno mette a sedere Rodriguez e serve a centro area Freuler che di piatto impallina Donnarumma (non impeccabile), capace di smorzare il tiro ma non di evitare la rete. Sulla scia del vantaggio, gli orobici insistono: esce non di molto, al 37’, la botta in diagonale del ‘Papu’ Gomez. Pochi secondi prima del riposo però, nell’unico minuto di recupero concesso, il Milan riemerge: traversone di Rodriguez e splendida girata incrociata del polacco Piatek, che ‘brucia’ netto il suo marcatore e fulmina Berisha (46’).

Ad inizio ripresa (55’) i rossoneri mettono la freccia: brutta (e corta) respinta di Hateboer, Calhanoglu coglie l’attimo e lascia partire dai 25 metri un destro bellissimo e imparabile. Atalanta colpita e… affondata, visto che a ruota arriva anche il tris (61’) ancora a firma del ‘pistolero’ Piatek, che decolla su angolo e fa centro di testa anticipando Duvan Zapata e un Berisha in colpevole ritardo. Nerazzurri storditi, la reazione è flebile: non spaventano Donnarumma le conclusioni di Gosens (70’), Castagne (76’) e Kulusevski (80’), tutte troppo centrali. Sipario. 
Condividi