Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Piazza-Affari-guida-la-salita-in-Europa-Inflazione-bassa-aumenta-la-pressione-sulla-bce-7bffc24a-5522-4b6b-859e-837ccbcf89b4.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

Piazza Affari guida la salita in Europa Inflazione bassa, aumenta la pressione sulla bce

Condividi
di Fabrizio Patti Con una crescita dell’1,39% l’indice Ftse Mib apre la settimana con un progresso superiore a quello delle altre piazze europee, tutte comunque positive, con l’indice Eurostoxx 50 (che comprende i principali titoli dell’Eurozona) che segna +0,84%. Vicine a un punto di salita Londra, Francoforte e Parigi.
 
Nella notte anche le borse asiatiche avevano segnato un andamento positivo: oltre il 2% la crescita degli indici di Shanghai e Hong Kong, vicina al 3% quella di Shenzhen. A determinare la salita due fattori: sabato la banca centrale della Repubblica Popolare ha affermato che da questo mese introdurrà un nuovo meccanismo per la fissazione dei tassi di interesse sui prestiti, che avrà come effetto una riduzione dei tassi reali. La mossa viene letta come un tentativo di contrastare il rallentamento dell’economia, colpita dalla guerra commerciale con Washington. Il secondo fattore sono state proprio le parole del presidente Usa Trump, che in un tweet nella notte ha scritto: “Stiamo facendo molto bene con la Cina, e stiamo parlando!”.
 
Tra i dati europei si segnala quello sull’inflazione, risultato sotto le attese: a luglio i prezzi al consumo sono cresciuti dell’1% su base tendenziale (anno su anno), rispetto all’1,1% indicato nella stima flash. Questo aumenta le attese riguardo alle mosse della Bce nella riunione del prossimo 12 settembre. La scorsa settimana il membro del board della Bce, Olli Rehn, aveva parlato di un intervento superiore alle attese dei mercati già a settembre.
 
Proprio la prospettiva di un intervento della Bce spinge i bancari a Piazza Affari, con l’indice di settore che sale dell’1,96%.
 
Questo nonostante rimbalzi in alto lo spread, oggi a 211 punti base, con un incremento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all'1,47%.
 
Tra i best performers di Milano, in evidenza gli industriali: Tenaris +3,48%, CNH Industrial +3,22%), Tenaris (+2,91%), Pirelli (+2,30%) e UBI Banca (+2,17%). Unico titolo sotto la parità Hera, -0,06%.
 
Dopo la corsa di venerdì, discesa per Mediaset, -2,27%.
Condividi