Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Pil-2017-secondo-stime-Istat-la-crescita-piu-alta-da-sette-anni-Ancora-sotto-livelli-pre-crisi-b22362e8-ccde-42bd-84ad-2951a7cb73b7.html | rainews/live/ | (none)
ECONOMIA

Stima basata su dati trimestrali

Pil 2017: secondo stime Istat crescita più alta da sette anni. Ancora sotto livelli pre-crisi

Nella media del 2017 il Pil è aumentato dell'1,4% rispetto all'anno prima. Lo rileva l'Istat nella prima stima sulla crescita in termini grezzi, basata su dati trimestrali. Bisognerà però aspettare il primo marzo per conoscere il dato di riferimento per la politica economica

Condividi
Il ritmo di crescita dell'economia italiana nel 2017 è ai massimi da sette anni. Se la stima provvisoria diffusa dall'Istat oggi dovesse essere confermata a marzo, il +1,4% messo a segno l'anno scorso (che è il dato grezzo, visto che nel 2017 vi sono state due giornate lavorative in meno rispetto al 2016) sarebbe il dato più alto dal 2010 (+1,7%). Al netto delle due giornate lavorative in più del 2017, il Pil è aumentato dell'1,5%. 

Bisognerà però aspettare il primo marzo per conoscere il dato di riferimento per la politica economica. Le previsioni del Governo indicano un +1,5%. Il rialzo congiunturale segna un lieve rallentamento rispetto al terzo trimestre (+0,4%). Lo stesso vale per il valore tendenziale (era +1,7%). Si tratta di dati aggiustati per gli effetti di calendario e destagionalizzati

Nel quarto trimestre del 2017 il Pil è aumentato dello 0,3% sul trimestre precedente e dell'1,6% su base annua. Lo rileva l'Istat diffondendo la stima flash sugli ultimi tre mesi dell'anno scorso. Il rialzo congiunturale segna un lieve rallentamento rispetto al terzo trimestre (+0,4%). Lo stesso vale per il valore tendenziale (era +1,7%). Si tratta di dati aggiustati per gli effetti di calendario e destagionalizzati

Il livello del Prodotto interno lordo è ancora sotto i valori pre-crisi. Nonostante la ripresa in atto siamo ancora indietro del 5,7% raffrontando il quarto trimestre del 2017 al primo trimestre del 2008, quando si raggiunse il picco.
Condividi