CULTURA

La 71a edizione

Premi, lo "Strega" riduce la rosa dei finalisti a 12

Il 14 giugno la cinquina dei finalisti e la premiazione il 6 luglio

Condividi
Il Comitato direttivo del Premio Strega ha selezionato i dodici libri che si disputeranno la LXXI edizione, e ha annunciato un'importante novità.

''Nell'anno in cui intendiamo sottolineare i valori che ispirarono i fondatori del Premio, e ciò è emblematicamente rappresentato dal ritorno al Ninfeo di Villa Giulia per la serata finale del 6 luglio, vogliamo accentuare il carattere di ampia partecipazione che contraddistingue la giuria e aumentare in modo significativo il numero dei votanti. I nostri secondi settant'anni cominciano da qui'', ha spiegato il presidente della Fondazione Bellonci, Giovanni Solimine.

A partire da questa edizione, ai tradizionali 400 Amici della Domenica e ai 40 lettori forti selezionati dalle librerie indipendenti italiane associate all'ALI, si aggiungono 20 voti collettivi espressi da scuole, università e biblioteche e 200 voti espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da 20 Istituti italiani di cultura all'estero. Il numero dei votanti raggiunge quindi un totale di 660 aventi diritto.

Questi i dodici libri selezionati dal Comitato direttivo del Premio, presieduto da Melania G. Mazzucco e composto da Giuseppe D'Avino, Valeria Della Valle, Ernesto Ferrero, Simonetta Fiori, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine: Teresa Ciabatti, "La più amata" (Mondadori), presentato da Stefano Bartezzaghi e Edoardo Nesi; Paolo Cognetti, "Le otto montagne" (Einaudi), presentato da Cristina Comencini e Benedetta Tobagi; Marco Ferrante, "Gin tonic a occhi chiusi" (Giunti), presentato da Pierluigi Battista e Antonella Cilento; Wanda Marasco, "La compagnia delle anime finte" (Neri Pozza), presentato da Paolo Di Stefano e Silvio Perrella; Chiara Marchelli, "Le notti blu" (Perrone), presentato da Elisabetta Mondello e Giorgio van Straten.

Monaldi&Sorti, "Malaparte. Morte come me" (Baldini&Castoldi), presentato da Franco Cardini e Lucio Villari; Matteo Nucci, "È giusto obbedire alla notte" (Ponte alle Grazie), presentato da Annalena Benini e Walter Pedullà; Ferruccio Parazzoli, "Amici per paura" (SEM) presentato da Giorgio Ficara e Sergio Zavoli; Nicola Ravera Rafele, "Il senso della lotta" (Fandango Libri), presentato da Filippo La Porta e Paola Mastrocola;

Alberto Rollo, "Un'educazione milanese" (Manni), presentato da Giuseppe Antonelli e Piero Dorfles; Marco Rossari, "Le cento vite di Nemesio" (e/o), presentato da Giancarlo De Cataldo e Fabio Geda; Vanni Santoni, "La stanza profonda" (Laterza), presentato da Silvia Ballestra e Alessandro Barbero.

Le presentazioni ufficiali dei dodici candidati si terranno venerdì 12 maggio a Sanremo e mercoledi 24 maggio a Benevento. La prima votazione per selezionare la cinquina dei finalisti avrà luogo, come di consueto, in Casa Bellonci, sede della Fondazione, mercoledì 14 giugno. La seconda votazione e la proclamazione del vincitore si svolgeranno giovedi 6 luglio al Ninfeo di Villa Giulia a Roma.
Condividi